F1 a Monza: vince Hamilton, Fernando Alonso terzo in rimonta

Lewis Hamilton in McLaren

Mancano sette gare al termine della stagione di Formula 1 più combattuta degli ultimi anni e per Fernando Alonso è il momento di mettere da parte gli assalti all’arma bianca e rifugiarsi in ben più redditizie strategie. Si spiega così la buona partenza dello spagnolo a Monza dove, senza strafare con l’incidente di Spa ancora negli occhi, ha recuperato subito un paio di posizioni rispetto allo sciagurato decimo posto in griglia.

Da quel momento, la gara di Fernando Alonso si è incanalata verso una rimonta graduale ma continua, con il solo Lewis Hamilton apparso imprendibile e Sergio Perez, favorito dalla strategia con le gomme, a recitare il ruolo di guastatore. Molti degli avversari diretti per il titolo piloti, quando non annichiliti dallo stesso Alonso, hanno finito col pagare seriamente lo stress meccanico a cui le monoposto sono soggette sul circuito di Monza. A Sebastian Vettel, secondo in classifica fino al GP d’Italia, è successo davvero di tutto: drive-thru per avere respinto con troppa veemenza gli attacchi di Fernando Alonso, sorpasso in pista dello spagnolo della Ferrari e ritiro per un problema all’alternatore. Non meglio è andata a Mark Webber, suo compagno in Red Bull, mai protagonista in gara e costretto al ritiro per lo spiattellamento delle gomme in seguito a un testa-coda nel finale.

Chi, invece, può recriminare a ragione è Jenson Button, veloce con la sua ritrovata McLaren e costretto ad abbandonare il secondo posto in cui si trovava al momento dello stop per un problema meccanico. Fuori tutti i principali avversari e con le Lotus (Raikkonen quinto davanti a Schumacher) in una delle fin troppo ricorrenti giornate no, per Fernando Alonso sembrava profilarsi un ottimo secondo posto alle spalle dell’imprendibile Lewis Hamilton, veloce e favorito dalla pole position, quando dal nulla è comparso lo scatenato Sergio Perez. Il messicano della Sauber, sotto contratto con la Ferrari, si è giovato della possibilità di partire con le gomme dure, diventando una mina vagante nel finale con le più performanti medie: secondo sul traguardo alla fine, ma con Hamilton nel mirino.

Come detto, per Fernando Alonso e la Ferrari c’è comunque la soddisfazione di aver messo punti importanti in cascina, dove ora il vantaggio su Hamilton, divenuto il primo inseguitore, è di 37 punti a 7 gare dalla fine del Campionato (il vincitore di un GP ne prende 25). Bravo anche Felipe Massa, finalmente protagonista in gara e quarto sul traguardo, capace di reggere a lungo il ritmo di Hamilton, salvo poi scivolare dietro per il sorpasso del compagno Alonso e dello scatenato Sergio Perez. Se Massa saprà mantenersi sui livelli di Monza potrebbero anche arrivare podi nel finale di stagione e, chissà, anche un’insperata conferma da parte del team di Maranello.

Una domenica perfetta per il campionato, quasi come un film a lieto fine – ha commentato Fernando Alonso soddisfatto a fine gara – un altro piazzamento sul podio, tre degli avversari diretti a secco e vantaggio sul più immediato inseguitore aumentato. Resto convinto che, senza il problema in qualifica di ieri, avremmo sicuramente avuto delle grandi chance di partire in pole position: se dovessimo essere altrettanto competitivi il sabato anche sulle prossime piste sarebbe importantissimo per il finale di stagione”.

In vista del GP di Singapore e della lunga trasferta conclusiva, Alonso dice: “Dobbiamo cercare di vincere ancora qualche gara e di gestire il vantaggio che abbiamo in classifica. Qui dovevamo marcare Vettel ma a Singapore sarà importante tenere d’occhio Hamilton, ora al secondo posto”.

E sull’incidente sfiorato con Sebastian Vettel, pagato dal tedesco della Red Bull con il drive-thru, lo spagnolo si limita a descrivere l’episodio: “Quando mi sono trovato a lottare con Vettel sono andato fuori pista e la macchina da quel punto in avanti non era più quella di prima. Non è stato piacevole saltare sulla ghiaia ma, successivamente, sono comunque riuscito a superarlo qualche giro più tardi. Non voglio commentare la sanzione che ha ricevuto ma sicuramente la sua è stata un’azione al limite”.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > F1 a Monza: vince Hamilton, Fernando Alonso terzo in rimonta