F1: Alonso terzo a Monaco e primo solitario in campionato

La Ferrari c’è e la dimostrazione è triplice, con la scuderia di Maranello che guarda con soddisfazione al primato solitario di Fernando Alonso nella classifica piloti, al terzo posto dello spagnolo a Montecarlo e alla ritrovata competitività di Felipe Massa, solo sesto sul traguardo ma incollato al trenino dei primi.

Tirando le somme, quindi, quello del GP di Monaco è stato un weekend felice per tutta la Ferrari che non perde l’occasione per dedicare un pensiero affettuoso a tutti coloro che stanno soffrendo a causa del terremoto che ha colpito l’Emilia la scorsa settimana. Una dedica speciale che arriva da tutti, a partire da Stefano Domenicali: “Speriamo che questa bella gara della Ferrari possa avergli fatto trascorrere almeno un paio d’ore di serenità in un momento così difficile”, ha detto il team manager Ferrari pensando agli emiliani.

Un pensiero all’Emilia anche da Fernando Alonso che poi parla della gara: “Lasciamo Monaco in testa al Campionato: se me lo avessero detto dopo il test al Mugello all’inizio del mese ci avrei messo la firma ma se me lo avessero detto dopo Melbourne non ci avrei mai creduto! … Sapevamo che la partenza sarebbe stato un momento cruciale. Sono scattato molto bene e mi sono quasi affiancato a Grosjean ed Hamilton: con il francese ci siamo anche toccati e per un attimo ho temuto che la macchina avesse riportato dei danni”.

“Su questa pista i sorpassi sono praticamente impossibili e anche stare in scia crea problemi di temperatura, sia per il motore che per gli pneumatici. Non bisogna quindi stare sempre attaccati a chi ti sta davanti ma cercare di gestire la situazione e spingere a fondo soltanto nei momenti che contano, come i pit-stop, ed è quello che ho fatto. Se avrei potuto superare anche Rosberg e Webber restando in pista di più? Forse, ma in quel momento era la scelta più giusta da fare. Certo che con la pista libera ero molto veloce. Alla fine ero un po’ preoccupato da Vettel, che aveva le Supersoft, ma per fortuna riuscivo a difendermi agevolmente”.

“Poi ho sperato che arrivasse la pioggia – conclude Fernando Alonso -, perché credo che avrei avuto un’opportunità per vincere, però negli ultimi cinque o sei giri ho pensato che era finita, anche perché ad ogni curva poteva esserci una sorpresa in agguato”.

Se Alonso guarda da capofila al prossimo GP del Canada, in programma dall’8 al 10 giugno, per Felipe Massa c’è la buona notizia del ritrovato feeling con la F2012. “E’ stata una buona gara. Mi sono trovato bene con la vettura sin dalle prove libere di giovedì, c’era il feeling giusto ed era molto più facile da guidare rispetto alle corse precedenti – ha commentato il brasiliano a fine gara -. Forse ciò dipende dalla natura del tracciato o dall’assetto, certamente dobbiamo analizzare bene tutto e vedere che cosa possiamo imparare da questo weekend. Tutto considerato avrei potuto cogliere un piazzamento migliore ma sono comunque contento. Mi auguro davvero che il mio campionato sia ad una svolta e che, da ora in avanti, possa sempre stare lì in lotta per le prime posizioni com’è accaduto qui a Monaco”.

1

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > F1: Alonso terzo a Monaco e primo solitario in campionato