Formula 1: Ferrari in Australia a caccia di risultati e fiducia

Ci eravamo lasciati con le tante perplessità derivanti da una stagione difficile e da test poco incoraggianti per la nuova Ferrari F2012, ma sono proprio gli uomini di Maranello a non escludere di poter fare bene già all’esordio in Australia. Ad ogni modo, per la rossa si tratterà di un rodaggio che proseguirà anche in Malesia e in Cina, un trittico di gare che sveleranno finalmente i veri valori in campo durante la stagione 2012 di Formula 1.

I dubbi della vigilia, espressi da Domenicali e Fry, diventano più soft nelle parole di Fernando Alonso: “Gli ingegneri guardando sempre i dati, i numeri. Forse non abbiamo raggiunto gli obiettivi o i valori che ci attendevamo da questa vettura, ma questo non vuole dire che i dati che attualmente vediamo non siano sufficienti per lottare per il podio. Lo scopriremo solamente in questo fine settimana. C’è molto potenziale in questa monoposto e la speranza è che venga espresso presto”.

Quello che Alonso si auspica, inoltre, è di assistere a un campionato aperto, con Red Bull, McLaren, Ferrari, Lotus e Mercedes pronte a darsi battaglia ad ogni gran premio. Un auspicio da appassionato o da pilota esperto? Entrambe le cose, perché se lo spettacolo in pista piace a tutti, per Alonso c’è anche la consapevolezza che per colmare il presunto gap iniziale della F2012 potrebbero servire alcune gare. In ottica Campionato del Mondo, meglio allora un’equa suddivisione di punti tra più piloti, piuttosto che un nuovo dominio Red Bull, con il campione uscente Sebastian Vettel ancora favorito per il titolo iridato.

Per quanto riguarda Felipe Massa, il pilota brasiliano della Ferrari non vede l’ora di scendere in pista, per dimenticare il chiacchiericcio delle ultime settimane e per sfatare il tabù dell’Albert Park, un circuito in cui ha ottenuto il podio nel 2010 e poco altro in carriera. Consapevole dei risultati dei test, Massa ha dichiarato: “Sono preparato mentalmente ad un avvio in salita, ma sono pronto a qualsiasi cosa. Dobbiamo essere pronti a lottare per la vittoria, lottare per il podio, combattere per la migliore posizione possibile con questa vettura. Vedremo domenica. E’ importante trovare la giusta direzione per sviluppare rapidamente la vettura settimana dopo settimana. E’ l’obiettivo di tutti noi della squadra e di chi lavora a Maranello”.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Formula 1: Ferrari in Australia a caccia di risultati e fiducia