Formula 1 in Spagna: Alonso e la Ferrari a caccia di riscatto

La Formula 1 torna in Europa e per la Ferrari è tempo di aggiornamenti importanti dal punto di vista tecnico. Le novità viste nel corso dei test al Mugello sono solo un assaggio di quelle che la scuderia di Maranello porterà a Barcellona, dove punta a ridurre il gap dai primi, soprattutto con il pilota di casa Fernando Alonso.

Il pilota spagnolo è carico a molla e non vede l’ora di tornare in pista tra i suoi tifosi: “Correre in Spagna è qualcosa di unico per me, che provo solo due volte all’anno a Barcellona e Valencia – ha spiegato Fernando Alonso alla vigilia del Gran Premio di Spagna -. E’ una sensazione che amo particolarmente, con il supporto della gente in tribuna e quello che sento in tutto il Paese, già al mio arrivo in aeroporto o guardando i notiziari in televisione … E’ una sensazione molto bella, che lo rende un weekend speciale”.

Se Alonso ha fin qui dimostrato di poter sopperire, almeno in parte, alle pecche della F2012 con il suo talento, a Barcellona spera in una ritrovata competitività, già dalle qualifiche del sabato. L’obiettivo è quello di posizionarsi più avanti possibile, in modo tale da non rimanere imbottigliato nel gruppo già alla partenza, come purtroppo è accaduto più volte nel corso di questo inizio di stagione. Un sogno per Fernando sarebbe quello di trionfare nel Gran Premio di casa, dove ha vinto una sola volta, nel 2006. Ad ogni modo, il pilota di Oviedo può consolarsi con due successi a Monza, l’ultima delle quali nel 2010 con la Ferrari: un po’ come vincere in casa.

“Penso che le emozioni, molto simili tra loro, offerte da queste due vittorie, non si possono provare in altre gare. Con ogni probabilità l’emozione di vincere la gara a Barcellona nel 2006 è stata la più bella che io abbia mai provato, sapendo di aver ottenuto qualcosa di davvero speciale e riuscendo a percepire la felicità della folla”.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Formula 1 in Spagna: Alonso e la Ferrari a caccia di riscatto