Formula 1 a Spa: Ferrari ottimista, fondamentali motore e condizioni meteo

Della MotoGp a Indy vi abbiamo già parlato in questo articolo ed è quindi il momento di affrontare il discorso Formula 1, con i bolidi del circus che tornano dopo la pausa estiva per affrontare una pista storica e impegnativa come Spa.

Nel Gran Premio del Belgio vedremo quanto la sosta del Campionato avrà influito sullo sviluppo delle vetture e se, ad otto gare dalla fine, c’è ancora spazio e tempo per riaprire il discorso Mondiale, sin qui dominato dalla Red Bull di Sebastian Vettel.

In casa Ferrari c’è grande fiducia per il lavoro svolto, con Stefano Domenicali che promette battaglia, ma sottolinea anche l’importanza del meteo, da sempre un’incognita nella corsa belga, con i suoi saliscendi e i passaggi nella foresta delle Ardenne.

Grande importanza l’avrà anche il motore, in quanto Spa e Monza sono da tutti ritenuti circuiti più stressanti e provanti per i propulsori, oltre che per il Kers, un particolare che si è rivelato non troppo affidabile sulla Red Bull.

“Qui a Spa, una pista che è molto diversa rispetto a quella di Budapest, proveremo a confermare il fatto che la vettura è ancora competitiva, cercando di ottenere il quinto podio consecutivo – spiega Fernando Alonso nella tradizionale conferenza stampa che precede il weekend -. Sono ancora in attesa di una vittoria su questo circuito, dato che è uno dei due circuiti dove non ho ancora vinto, quindi perché non quest’anno a Spa? É un circuito divertente su cui guidare, con tutti i tipi di curve, noi piloti adoriamo correre qui. Qui ho grandi ricordi di vittorie in Formula 3000, ma in Formula 1, fino ad ora, non sono stato abbastanza bravo da vincere”.

E sulla vettura: “Stiamo ancora sviluppando la monoposto di quest’anno, dato che i regolamenti per il prossimo anno non sono così diversi dagli attuali. Pertanto, qualsiasi cosa possiamo apprendere con la vettura attuale nella parte finale del Campionato sarà molto utile per il prossimo anno. Quindi è importante per testare adesso nuove soluzioni”.

Carico anche Felipe Massa: “Il mio rendimento complessivo nell’ultima gara mi rende fiducioso per questo weekend, su una pista che mi piace molto, Mi auguro possiamo avere un finale di stagione migliore rispetto a quanto fatto finora, a partire da un buon risultato qui a Spa domenica. Questa è una pista fantastica e si arriva a Spa con una sensazione di attesa e di piacere. Ha un sacco di curve veloci, che mi piacciono, anche se la famosa Eau Rouge non è più una curva così adatta per una moderna monoposto di Formula 1”.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Formula 1 a Spa: Ferrari ottimista, fondamentali motore e condizioni meteo