Ancora guai per Mario Balotelli: dalle sigarette allo sfratto

Balotelli

In Inghilterra è sempre più il personaggio del momento, ma Mario Balotelli sembra pensare ad un imminente ritorno nel campionato italiano, possibilmente al Milan o all’Inter. Se le voci di calciomercato possono attendere, SuperMario deve invece trovare una soluzione in tempi rapidi per quel che riguarda la propria casa di Manchester.

Secondo la stampa inglese, infatti, Balotelli è stato letteralmente cacciato dalla sua abitazione da 2.000 sterline a settimana per non avere risarcito il padrone di casa per i danni provocati dallo scoppio di alcuni petardi. L’episodio si è verificato circa tre mesi fa, ma il calciatore non ha ancora provveduto al pagamento che rischia di costargli davvero caro. Senza la vecchia casa, Mario Balotelli ha scelto di alloggiare in un lussuoso hotel del centro dalle tariffe salatissime: 100.000 sterline a settimana, spiegano i tabloid. Non solo, perché l’ormai ex padrone di casa gli avrebbe fatto anche causa e, oltre al risarcimento del danno, potrebbe arrivare una multa salatissima.

Tutto qui? Niente affatto, perché Mario Balotelli è anche finito nel mirino di stampa e tifosi (che lo amano nonostante le sue stravaganze) per il vizio del fumo. Meno di dieci sigarette al giorno, assicura l’allenatore Roberto Mancini, ma non è esattamente il comportamento tipico di un atleta appena 21enne!

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Ancora guai per Mario Balotelli: dalle sigarette allo sfratto