Il Giro d’Italia parte da Napoli: favoriti, outsider e possibili sorprese

giro d'italia_jugo.it

Il Giro d’Italia. L’Italia appunto. Una corsa nella corsa, una gara nella gara, l’Italia contro tutti.

Il dominio straniero nella corsa rosa ormai è palese se si pensa che negli ultimi cinque anni il solo Ivan Basso nel 2010 è riuscito a portare il tricolore sul gradino più alto del podio (se si esclude la vittoria di Michele Scarponi assegnata a posteriori per la squalifica di Alberto Contador nel 2011).

Nell’ edizione numero novantasei le speranze del nostro paese (dominatore della corsa con undici vittorie su undici dal 1997 al 2007) sono affidate al siciliano del team Astana Vincenzo Nibali, capace di ottenere un secondo posto al Giro del 2011 ed un terzo al Tour 2012.  Il capitano della squadra Kazaka non avrà però vita facile, a contendergli la vittoria finale, infatti, ci saranno tanti avversari agguerriti e molto forti, primo tra tutti il grande favorito Bradley Wiggins, capace di vincere lo scorso anno il Tour de France e la prova a cronometro dei giochi Olimpici di Londra.

Al baronetto inglese ed al nostro portacolori principale si affianca di diritto il vincitore della scorsa edizione, il canadese Ryder Hesjedal, che si impose tra lo stupore generale di tutti gli addetti ai lavori come la grande sorpresa e che, quest’anno, punta decisamente ad essere ancora protagonista.

Non bisogna dimenticare campioni del calibro di Cadel Evans, Samuel Sanchez e Michele Scarponi che, pur non essendo tra i super favoriti, vogliono comunque lasciare la firma sull’edizione 2013 del Giro.

Intanto la corsa rosa è partita da Napoli lo scorso 4 maggio, con una tappa in linea che ha infiammato il pubblico della città partenopea. Al traguardo ha alzato le braccia, manco a dirlo, il più quotato velocista attualmente in circolazione: Mark Cavendish che ha anche indossato la prima Maglia Rosa della corsa; per gli altri sprinter sarà veramente complicato aggiudicarsi una delle frazioni in volata previste.

Dalla seconda tappa in poi il vento è cambiato ed ha fatto sventolare la bandiera tricolore; da allora infatti la Maglia Rosa è stata vestita da Salvatore Puccio (neoprofessionista siciliano) ed è adesso sulle spalle del 36enne  Luca Paolini.

Giro d’Italia. L’Italia Appunto.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Il Giro d’Italia parte da Napoli: favoriti, outsider e possibili sorprese