Il Milan sogna: che notte a San Siro!

Milan-Barcellona

Il clima che si respirava a Milano, soprattutto per i risultati non sempre positivi avuti in campionato, era di delusione e amarezza ancora prima del fischio d’inizio, ma i ragazzi di Allegri hanno saputo rispondere sul campo alle critiche di tifosi e non. Nulla da eccepire a questo Milan che attacca, difende, riesce a partire in contropiede in una partita in cui il Barcellona appare quasi disorientato davanti ai passaggi di Boateng e compagni.

Il primo tempo è quasi spento, lento sotto tutti i punti di  vista, con la chiusura di entrambe le squadre ed un possesso palla tutto spagnolo. L’unica occasione rilevante del primo tempo, di El Shaarawi, viene sprecata per una palla troppo lunga mentre il compagno Boateng effettua un tiro-cross in area che esce di poco dallo specchio della porta. Il secondo tempo vede la supremazia di un Milan a dir poco superlativo con i goal di Boateng e di Muntari che sigillano un risultato meritato e fanno sembrare più vicina la qualificazione ai quarti di finale di Champions League.

Forse il Barcellona, lento nei passaggi e senza la solita verve competitiva, sente davvero la mancanza di Guardiola, come sottolineato dallo stesso Messi tempo fa. Stasera non si può di certo parlare di episodi o di fortuna, la vittoria del Milan è stata una vittoria non pianificata, ma sentita, emozionante per tutti coloro che amano il calcio. Montolivo, Ambrosini, Pazzini e i loro compagni ci hanno dimostrato che il bel calcio, quello vissuto con i brividi sulla pelle, quello che fa ragionare la testa ma che fa tremare il cuore, esiste ancora e dà una speranza vera, in una fredda sera di febbraio, ad uno sport capace di unire tifosi, città e colori.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Il Milan sogna: che notte a San Siro!