La nuova frontiera del calcio femminile

calcio_femminile_jugo.it

Non è un mistero, quindi, che in prossimità di quei grandi eventi che catalizzano l’attenzione collettiva ci sia una mobilitazione dei fattori produttivi, al fine di perseguire un’entrata che, in normali condizioni di mercato, sarebbe inimmaginabile.

Maestri di una valorizzazione del genere sono indubbiamente gli Stati Uniti: ogni particolare, dalla pubblicità alla copertura televisiva, è curato in modo maniacale per proporre un intrattenimento trasversale. Da un po’ di anni a questa parte, inoltre, si è aggiunta una nuova disciplina; anzi, l’altra faccia di una disciplina che, per quasi la totalità degli appassionati, è paragonabile ad un irrinunciabile culto pagano. Col mutare delle esigenze, dunque, NBANFLNHL e MLB sono stati indotti ad allargare la cerchia di introiti condivisa per far spazio al calcio femminile.

L’esplosione del fenomeno, da diversi anni, non conosce battute d’arresto. Il soccer ha scalato la classifica delle preferenze giovanili americane, dimostrandosi sia un momento di crescita che di aggregazione sociale. L’esempio, e i grandi risultati, hanno subito esportato la suddetta filosofia, trovando però un riscontro inferiore alle aspettative a causa di problemi strutturali e tristi stereotipi sessisti. Insomma, senza una mentalità degna di tale nome, diventa arduo poter organizzare un discorso che si focalizzi soprattutto sulla fattibilità degli affari.

Il dato maggiormente signicativo è quello legato al numero di tesserate per paese, con Stati Uniti e Germania ai prmi posti, seppur divisi da circa dieci milioni di unità. Di conseguenza, sono poche le eccellenze relative al marketing o alle campagne sociali aventi come testimonial importanti calciatrici. Eppure, potrebbe rivelarsi un ottimo rimedio per scongiurare la crisi di alcune federazioniin primis quella italiana. Annaspare senza cercare una via d’uscita, peraltro ampiamente a portata di mano, non fa che incidere ulteriormente sulla credibilità del sistema, vittima perenne di scandali di qualsiasi natura. Dei volani concreti per un cambio repetino potrebbero essere gli ultimi Mondiali di categoria e Londra 2012, poiché dinanzi ad una tale evidenza di risultati multilivello non si può volgere lo sguardo altrove. Ma solo se si vuole un futuro radioso per le prossime generazioni.

 

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > La nuova frontiera del calcio femminile