La scherma oltre le Olimpiadi

scherma_jugo.it

Le Olimpiadi di Londra 2012 sono finite da tempo: anche questa volta l’Italia si era risvegliata e aveva scoperto che gli italiani non giocano solo a calcio, ma sanno anche tirare al piattello, sanno buttare al tappeto la gente, sanno addirittura centrare i bersagli con l’arco e le frecce. Gli italiani, se diamo un’occhiata al nostro ultimo medagliere, sembra sappiano anche tirare di scherma. E se guardiamo proprio bene, tre ori due argenti e due bronzi, pare che ci sappiano proprio fare con le armi.

Eppure anche questa volta – appena spenti i riflettori – ci siamo dimenticati di loro: loro non sono solo i grandi nomi che vincono alle Olimpiadi, sono anche i maestri, gli atleti, gli arbitri e collaboratori della Federazione Italiana Scherma che ogni giorno lavorano con passione per far crescere questo sport. Noi italiani la scherma ce l’abbiamo nel sangue da secoli, e ancora oggi siamo in prima linea come se serbassimo il segreto della grazia sulle pedane, un segreto tramandato da maestro a maestro nonostante le difficoltà economiche e la carenza di sovvenzioni alle palestre.

Le palestre appunto, che sono disseminate in tutto il Paese: lì vengono avviati alla scherma i bambini, che imparano un sport divertente e completo, ma anche uno stile di vita: tirare di scherma significa imparare la disciplina, il rispetto per l’avversario, l’intelligenza psicologica, l’eleganza della vittoria ma anche della sconfitta.

I ragazzi iniziano con spadini di plastica, passano poi alle vere e proprie armi, specializzandosi nella spada, nel fioretto o nella sciabola. Alcuni di loro diventano dei campioni, altri magari intraprenderanno strade diverse, ma porteranno per sempre con sé un metodo di vita insegnato dal loro maestro e basato sulla lealtà, sulla tenacia, sull’agilità mentale e sulla capacità di costruire strategie velocemente, e all’occorrenza modificarle.

Noi siamo l’avanguardia di questa disciplina, per i nostri atleti, che sono il fiore all’occhiello dello sport italiano, ma anche per la produzione di attrezzatue per la scherma di altissima qualità. Perché allora non proviamo a investire un po’ di più su questo bene prezioso che abbiamo dentro casa? Non ricordiamoci

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > La scherma oltre le Olimpiadi