Le tipologie di giocatori di poker hold’em: come individuarli e che strategia adottare

giocatori di poker e strategie di gioco

La capacità di studiare i propri avversari, individuando i punti deboli ed i punti forti, sicuramente può migliorare la tua strategia di gioco, aumentando le possibilità di vittoria. Generalmente possiamo distinguere i giocatori di poker in due macro-categorie: coloro che utilizzano uno stile piuttosto conservativo, e coloro che invece si lanciano in quasi tutte le mani rincorrendo punti impossibili. É un discorso piuttosto generico, poiché i giocatori professionisti sono capaci di passare da una strategia all’altra in base all’avversario ed alla situazione di gioco. Ad ogni modo scopriamo quali tipologie di giocatori di poker potresti ritrovarti davanti ai tavoli online o dei casinò.

Il rock, come dice appunto anche il nome, è una roccia. Sembra essere inscalfibile proprio perché non gioca quasi mai, se non le mani migliori. Quando entra in gioco prepotentemente, se non hai un buon punto in mano è meglio mollare subito la presa prima di farti troppo male, perché difficilmente folderà. Il giocatore tight è piuttosto simile al giocatore rock, con la differenza che tende a rifugiarsi eccessivamente nel fold. Contro un giocatore così conviene essere aggressivi ed attaccare i suoi blinds.

Il maniac è colui che ha un gioco iperaggressivo e che si lancia in giocate assurde con rilanci sproporzionati rispetto al piatto. Contro questa tipologia di giocatore devi avere pazienza, per poi colpirlo al momento opportuno quando incastri il punto giusto. Un’altra variante è il giocatore calling station che ti chiamerà sempre e comunque, qualsiasi carte abbia in mano. Per questo motivo se non hai il punto è inutile bluffare, poiché il calling station ti chiamerà fino al flop. Puoi anche giocare passivamente, in quanto il calling station ti regalerà molte free card. Se invece hai il punto, puoi alzare leggermente la puntata fino al flop, il calling station continuerà a seguirti.

Eccoci infine al donk, cioè il “pollo” del tavolo, che ha abilità piuttosto scarse e non riesce ad intuire le varie dinamiche di gioco. Il donk vede bluff ovunque, e crede di avere il mondo in pugno con una semplice coppia. Cerca di individuare il donk, ma ricordati una massima del poker: ”se dopo mezz’ora di gioco non hai ancora individuato il pollo, allora il pollo sei tu!”. Per chi volesse mettere in pratica questi consigli e diventare un esperto giocatore, esistono siti come www.codicebonus.eu, dove oltre al poker puoi anche cimentarti nelle scommesse sportive e tanti altri giochi online.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Sport:

    Ancora nessun commento

JUGO > Sport > Le tipologie di giocatori di poker hold’em: come individuarli e che strategia adottare