MotoGP: super Stoner a Indy, mille problemi per Rossi e la Ducati

Casey Stoner

Prima vittoria di Casey Stoner ad Indy e non si tratta di un successo come tutti gli altri. L’ex ducatista, infatti, è riuscito nell’impresa di valorizzare al meglio la propria guida aggressiva e l’equilibrio della moto imprimendo un ritmo elevato alla gara, senza deteriorare troppo le gomme.

Sull’asfalto viscido di Indy, che ha messo Ko tutte le Ducati, Stoner è sembrato a suo agio, così come il compagno di squadra Dani Pedrosa. Secondo sul traguardo. Bene anche il pilota di casa Ben Spies, bravo a recuperare fino alla terza posizione dopo il contatto iniziale con Andrea Dovizioso, con l’italiano che ha chiuso quinto dietro a Jorge Lorenzo.

Male, anzi malissimo, Valentino Rossi e Nicky Hayden. Già in difficoltà in questa stagione, la Ducati ha pagato caro il consumo della gomma anteriore, con l’americano che è stato addirittura costretto a cambiare la moto dopo l’infelice scelta iniziale di una gommatura più soft.

A una settimana dal Gran Premio di San Marino, sul circuito di Misano, la classifica Mondiale vede Casey Stoner al comando con 243 punti, ben 44 in più di Jorge Lorenzo, a quota 199. Terzo Andrea Dovizioso a 174 punti, davanti a Dani Pedrosa con 130.

Decimo sul traguardo, Valentino Rossi ha commentato così la gara: “In questo fine settimana sono successe tante cose che hanno contribuito a rendere la gara particolarmente difficile: la caduta di ieri in qualifica ci ha tolto confidenza e ha contribuito a farci partire molto indietro sullo schieramento, mentre oggi è stato soprattutto penalizzante un problema al cambio. La moto è rimasta sei o sette volte in folle, e per questo motivo ho fatto due ‘dritti’ perdendo tempo”.

“Mi sono ritrovato ultimo ma ho deciso di fare il possibile per prendere almeno qualche punto. – ha proseguito Rossi – Questa mattina nel warm-up avevamo fatto un piccolo cambiamento che ci aveva fatto migliorare un po’ il passo ma in gara mi sono trovato davvero in difficoltà, anche per quanto riguarda il consumo della gomma anteriore. E’ stata dura ma siamo comunque arrivati alla fine con qualche punto. Sappiamo che dobbiamo lavorare molto, in Ducati lo stanno facendo, io e il mio team altrettanto perché dobbiamo cercare di non mollare e di mettere a posto la moto al meglio in attesa di novità tecniche”.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > MotoGP: super Stoner a Indy, mille problemi per Rossi e la Ducati