Serata magica allo Juventus Stadium, piace la nuova casa bianconera

Juventus Stadium

I tifosi e la società attendevano con ansia la nuova casa e lo Juventus Stadium non li ha certo delusi. Complice la suggestiva cerimonia ideata dal produttore olimpico Marco Balich, il nuovo impianto è già entrato nel cuore del popolo bianconero che ora spera di potervi assistere a nuovi trionfi.

Lo show ha visto la partecipazione di alcuni dei più rappresentativi campioni bianconeri di tutti i tempi, tra i quali Giampiero Boniperti, Dino Zoff, Alessandro Del Piero e Gianluigi Buffon. Encomiabile il lavoro dei volontari, diretti da BrynWalters, uno dei massimi esperti mondiali di coreografie di massa per grandi eventi e cerimonie. Per la preparazione dello show sono state necessarie complessivamente 150 ore di prove.

Particolarmente emozionante la coreografia finale, realizzata da oltre 420 performer che, vestiti con costumi led luminosi, hanno coinvolto il pubblico, scendendo dagli spalti e dando vita sul campo alla grande frase finale “Welcome Home”. Il calcio è stato poi protagonista a fine cerimonia, quando la Juventus ha giocato l’amichevole con il Notts County (1-1 il punteggio finale), la squadra di Nottingham da dove arrivarono le maglie bianconere nei primi del Novecento.

“Giocare con i tifosi così vicini è stimolante – ha spiegato Buffon a fine serata -, spero che la novità possa aiutarci a fare ancora meglio. Una serata così ha fatto capire ai nuovi cosa voglia dire la Juventus e a noi vecchi ha rinfrescato il concetto. È stata una cerimonia splendida, organizzata benissimo dalla nostra società e per la quale tutti possiamo essere grati e orgogliosi. Non saranno tanti in Italia, nei prossimi anni, ad avere il privilegio di inaugurare una struttura così bella”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Alessandro Del Piero, capitano e bandiera della Juve, che ha così commentato: “E’ stata una serata toccante, per i tifosi e per tutti noi, anche perché erano cinque anni che non vedevamo più questo posto. Personalmente mi sono molto emozionato”. E sulla stagione che sta per cominciare: “Partiamo con grandi aspettative, sapendo che se esprimiamo il massimo possiamo ambire e sognare. Dopo gli ultimi campionati, dobbiamo partire con fondamenta solide, non pensare subito al tetto. Arriverà un momento in cui speriamo di poter riprendere a volare. Sono cambiate diverse cose, l’allenatore, lo staff, tanti giocatori e anche lo stadio. Questi cambiamenti profondi devono creare entusiasmo e da lì ripartiamo. Ogni annata ha i suoi protagonisti e un suo percorso, speriamo di rievocare stagioni vittoriose”.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Serata magica allo Juventus Stadium, piace la nuova casa bianconera