Serie A: turno infrasettimanale contro le polemiche

Calcio

Per fortuna arriva un turno infrasettimanale a placare gli animi, dopo un weekend segnato da clamorosi errori arbitrali e polemiche a non finire. Ci riferiamo, in particolare, a quanto è accaduto a Catania, dove è stato annullato un gol regolare all’attaccante siciliano Bergessio al termine di un lungo conciliabolo, durato oltre 40 secondi, tra arbitro, guardalinee e arbitro di porta. Segno che la novità arbitrale del sestetto arbitrale, osannata ad inizio anno, non è infallibile. Tanto più che anche il gol vittoria di Vidal, arrivato in seguito, era viziato da una leggera posizione di fuorigioco del bianconero Bendtner. Dura la reazione del presidente etneo Pulvirenti che, espulso durante la gara, ha protestato duramente a fine match soffermandosi sul fatto che tutto sarebbe partito dalle proteste della panchina della Juve. Al di là di polemiche ed esagerazioni, il siparietto di Catania porta con sé una domanda: quei 40 secondi di indecisione arbitrale non si sarebbero potuti dedicare ad una più chiara moviola in campo?

In attesa di novità tecnologiche che, forse, non arriveranno, la nona giornata ha offerto verdetti importanti: le principali contendenti della Juve per lo scudetto sono, almeno in questa fase, il Napoli e l’Inter, con i nerazzurri in forte ascesa. Se la squadra di Mazzarri, reduce dalal sconfittain Europa League, ha faticato e non poco per avere la meglio di un buon Chievo al San Paolo (1-0 per gli azzurri), gli uomini di Stramaccioni hanno invece avuto vita abbastanza facile nella trasferta di Bologna. L’1-3 dei nerazzurri al Dall’Ara suona come una candidatura ufficiale al ruolo di contendente per lo scudetto. Perdono quota, invece, le azioni della Lazio, sconfitta a Firenze (2-0) ed ora a 7 punti dalla vetta, inseguita proprio dai gigliati. Dietro c’è la Roma, protagonista di un’altra clamorosa sconfitta interna: come con il Bologna, i giallorossi di Zeman hanno perso 3-2 con l’Udinese facendosi rimontare il doppio vantaggio iniziale.

Chi sorride è il Milan che, grazie al solito El Shaarawy, ritrova i tre punti casalinghi contro il Genoa (1-0 a San Siro) e si allontana dai bassifondi della classifica. Per quanto riguarda gli altri risultati della nona giornata di Serie A, da segnalare le vittorie esterne del Parma a Torino (1-3) e del Cagliari in trasferta a Genova con la Sampdoria. Lo 0-1 per i sardi inguaia i blucerchiati e l’allenatore Ferrara, in bilico dopo l’ottimo avvio di campionato. Pareggi a reti inviolate, infine, in Siena-Palermo e Pescara-Atalanta.

Come accennato, responsi della nona giornata e polemiche extra-campo dovranno lasciare presto spazio al calcio giocato. Senza le coppe, infatti, la Serie A affronta un turno infrasettimanale valido per la 10° giornata di campionato: apre martedì, alle ore 20:45, l’anticipo Palermo-Milan. Di seguito tutte le partite e gli orari.

  • Palermo – Milan, mar 30 ottobre alle 20:45
  • Atalanta – Napoli, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Cagliari – Siena, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Chievo – Pescara, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Inter – Sampdoria, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Juventus – Bologna, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Lazio – Torino, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Parma – Roma, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Udinese – Catania, mer 31 ottobre alle 20:45
  • Genoa – Fiorentina, gio 1 novembre alle 20:45

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Serie A: turno infrasettimanale contro le polemiche