Valentino Rossi a Barcellona per confermare i progressi di Le Mans

Barcellona non è Le Mans e di questo il Dottore e la Ducati se ne sono accorti già nelle prove libere del venerdì. Le previsioni meteo indicano bel tempo anche per domenica e tanto basta alla squadra di Borgo Panigale per concentrarsi sul lavoro, senza sperare in particolari aiuti dal cielo. Il gap dagli avversari c’è ancora e al Montmeló serviranno gli straordinari per stare tra i primi della MotoGP, da Stoner alla nutrita compagine di piloti spagnoli che sul circuito di casa vorranno dare il massimo.

Lo sa bene Valentino Rossi, il cui approccio con curvoni veloci del circuito catalano non è stato dei più semplici. Il 12esimo tempo indica che, ancor prima degli avversari, sono la scarsa aderenza e le temperature elevate sono i primi due ostacoli da affrontare in sella alla GP12: “Oggi non è andata molto bene, evidentemente, ma nemmeno male come sembra perché quando tutti, alla fine, hanno montato la gomma morbida, io ho preferito proseguire con la dura per continuare a lavorare in ottica gara - ha spiegato Rossi al termine delle prove del venerdì -. Certo, dobbiamo migliorare il set-up, perché al momento abbiamo molte difficoltà in accelerazione, non riusciamo a trovare sufficiente grip e tutte le modifiche provate per ora non hanno funzionato”.

“Questa pista è sempre molto difficile per quanto riguarda l’aderenza sul posteriore ma gli altri sono stati comunque più veloci quindi dobbiamo farcela anche noi - ha concluso il centauro di Tavullia -. Il turno di domani mattina sarà molto importante per poter poi provare ad ottenere un buon piazzamento nelle qualifiche”.

Un po’ meglio, anche se di poco, è andata a Nicky Hayden, decimo con mezzo secondo di vantaggio sul compagno di squadra. “Il turno di questa mattina è stato molto prometterete perché, anche se la posizione in classifica non era granché, il distacco di soli quattro decimi e settanta dal primo era uno dei più contenuti che pagavamo da tempo – ha commentato lo statunitense -. Nel pomeriggio tuttavia la temperatura è salita parecchio e trovare una buona trazione nei lunghi curvoni che caratterizzano questa pista si è fatto più difficile. Se domenica le condizioni rimarranno le stesse, la durata delle gomme sarà un problema ancor più che la pista scivolosa”.

Per la cronaca, il miglior tempo delle prove libere del venerdì lo ha fatto registrare Jorge Lorenzo che nella seconda sessione, la più veloce, ha preceduto nell’ordine il sorprendente Alvaro Bautista, Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso. In ritardo Casey Stoner, ma nelle qualifiche e in gara sarà un’altra storia.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Valentino Rossi a Barcellona per confermare i progressi di Le Mans