Valentino Rossi si allontana dalla Ducati: decisiva la stagione 2012

L’astinenza da vittorie è dura per chi, come Valentino Rossi, in carriera si è già portato casa 9 titoli mondiali in ben 4 classi differenti. A 32 anni e con un altro anno di contratto con la Ducati, il pilota marchigiano deve per forza guardare al futuro… vincente, con o senza la moto italiana.

Lo ha spiegato lo stesso Rossi a Phillip Island, dove si trova per la terzultima gara stagionale della MotoGP. “Ho ancora un anno di contratto con la Ducati e non sono uno che si arrende presto - ha detto Vale -. Possiamo giocarci ancora delle carte importanti e abbiamo qualcosa da far vedere. Ma se l’anno prossimo i risultati non dovessero arrivare sarà il caso di prendere delle decisioni”.

Come prenderebbero i fan l’eventuale addio di Valentino Rossi alla Ducati? La questione è intricata, anche perché non tutti i ducatisti hanno condiviso la suggestione del “pilota italiano sulla moto italiana”. Molti tifosi, infatti, si sentono ancora legati a Casey Stoner e al suo stile “selvaggio”, capace di condurre la rossa di Borgo Panigale al successo in MotoGP. Un’interpretazione della moto, quella dell’australiano, che ha portato spettacolo e vittorie… forse non più raggiungibili nemmeno con un pilota dal talento cristallino come Rossi.

Spetta ora a Filippo Preziosi e al suo team di sviluppo creare una Ducati competitiva per Valentino Rossi e per il compagno di squadra di Nicky Hayden. Solo una stagione 2012 vissuta da protagonisti potrà portare serenità all’intera squadra e ridisegnare un futuro che, con un mondiale come il 2011, sembra già segnato.

Appassionato di Sport?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Sport > Valentino Rossi si allontana dalla Ducati: decisiva la stagione 2012