Apple iPad 3 pronto al debutto tra indiscrezioni e possibili bufale

Invito Apple iPad 3

Sarà un iPad nuovo di zecca o una versione aggiornata del modello già in commercio? E’ questa la domanda che tutti si stanno ponendo in queste poche ore che mancano al lancio di iPad 3 e che, almeno fino alla conferenza dello Yerba Buena di San Francisco, non troverà risposta ufficiale. Non resta quindi che affidarsi alle solite indiscrezioni della vigilia, dalle quali emerge l’indicazione chiara dell’arrivo di un iPad 3 decisamente più evoluto rispetto all’attuale, ma che potrebbe essere accompagnata da un secondo modello low-cost, destinato a dar battaglia a reader come il Kindle di Amazon. Un’ipotesi, quella della presentazione di un tablet più abbordabile dal punto di vista economico, tanto suggestiva quanto priva di solide fondamenta.

E se è da escludere un prodotto in stile iPhone 4S, per il nuovo iPad 3 le quasi certezze sono poche. Di sicuro sarà migliorato lo schermo, probabilmente di tipo Retina come per iPhone, così come più potente sarà il processore, anche se l’ipotesi A6 quad-core non è poi così scontata. Su iPad 3 non mancheranno, invece, il supporto per le nuove reti LTE ed il riconoscimento vocale di Siri, una novità legata a doppio filo all’aggiornamento del sistema operativo a iOS 5.1 (c’è pure chi ipotizza iOS 6!), anch’esso al debutto dal 7 marzo.

Un’altra indiscrezione, favorita anche dall’immagine utilizzata da Apple nell’invito alla conferenza di San Francisco, è poi la possibilità del lancio di un iPad 3 completamente touch screen, ovvero senza il classico bottone Home. Sarà davvero così? Come avrete ben capito, nulla è scontato, ma Apple è riuscita ancora una volta a creare la suspense necessaria per il lancio di un nuovo prodotto… di successo, ovviamente.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento

JUGO > Tecnologia > Apple iPad 3 pronto al debutto tra indiscrezioni e possibili bufale