Apple: a rischio l’utilizzo del marchio iPad in Cina

Secondo l’autorevole Wall Street Journal, la cinese Proview Technology avrebbe piazzato un affondo da ben 1,6 miliardi di dollari su Apple per aver utilizzato il marchio iPad senza averne il diritto. Perché solo ora se l’iPad è stato lanciato all’inizio del 2010? A quanto pare, l’azienda di Shenzen, nella provincia del Guangdong, si sarebbe tenuta l’asso nella manica dell’azione giudiziaria per giocarlo in un momento di necessità economica… arrivato proprio all’inizio di quest’anno.

Nonostante il ritardo della richiesta di risarcimento, la Proview Technology (parte dell’azienda Proview International Holdings che produce display) ed il suo presidente Yang Rongshan si sono mostrati più che sicuri delle proprie ragioni sostenendo di avere registrato il marchio iPad, limitatamente alla Cina e a Taiwan, addirittura tra il 2000 e il 2001… in pratica agli albori dell’era “i” di Apple, inaugurata dall’iPod il 23 ottobre del 2001. Sempre la Proview ha affermato di avere utilizzato il nome, in passato, per alcuni dei suoi prodotti.

Se da Apple non arrivano commenti sulla vicenda, Yang Rongshan non le manda certo a dire e, dopo avere richiesto il blocco delle vendite dell’iPad in Cina, ha ammesso: “Stiamo negoziando con Apple. Non posso dirvi qual è lo stato della trattativa in questo momento poiché si tratta di un segreto commerciale, ma finora il loro (di Apple, ndr) atteggiamento è ancora piuttosto ambiguo”. Sono attesi sviluppi a breve.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento

JUGO > Tecnologia > Apple: a rischio l’utilizzo del marchio iPad in Cina