Fotovoltaici ad inseguimento solare: quali sono i vantaggi?

Va considerato che i sistemi meno avanzati riescono a catturare circa il 20% dell’energia messa a disposizione dal sole e che questo dato fa riferimento al funzionamento del sistema in condizioni atmosferiche perfette.

Il sistema ad inseguimento solare  nasce dalla fusione dell’ingegneria robotica con i moduli fotovoltaici, infatti il deficit in percentuale di energia deriva dalla cosiddetta ” angolazione perfetta”,  poiché il pannello rende al massimo se l’angolo d’incidenza dei raggi solari è di 90°.

Con l’inseguimento solare, lo stesso sistema di produzione raggiunge un’efficacia che nei picchi stagionali è del 45% di energia trasformata in Watt, ciò equivale anche ad un risparmio in termini economici.

In base al budget disponibile per l’installazione e all’efficacia che si vuole ottenere, due sone le soluzioni che riguardano il sitema robotico di cui è fornito il pannello ad inseguimento solare, il sistema monoassiale e il sitema a doppio asse.

Il primo è caratterizzato da un sistema di inseguimento che sviluppa il proprio movimento solamente su un asse, che può essere quello verticale o quello orizzontale, solitamente la scelta della direzione di movimento varia in base alla zona dell’installazione e alla stima delle condizioni atmosferiche tipiche di una determinata zona.

Il secondo sistema permette invece al fotovoltaico di roteare in entrmbi i sensi, consentendo così di posizionarsi sempre in modo frontale rispetto al sole, da ciò scaturisce la capacità di assorbire maggiore energia rispetto al sistema monoassiale.

Inoltre uno sviluppato sistema di algoritmi che elabora tutte le possibili situazioni causate d’agenti esterni, garantisce l’efficacia dell’inseguimento solare anche nelle condizioni atmosferiche  più avverse.

Il pilotaggio del fotovoltaico si può ottenere attraverso due tecnologie diverse, la prima è chiamata “light-sensing tracking” , questa soluzione prevede l’installazione di sensori capaci di riconoscere la provenienza del raggio solare  ed orientarsi di conseguenza, la seconda detta “tracking cronologico”, dopo un elaborazione dati permette al pannello di effettuare lo stesso movimento del sole.

Naturalmente rispetto al fotovoltaico fisso, quello ad inseguimento solare  essendo un sistema mobile necessita di una manutenzione periodica.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Tecnologia > Fotovoltaici ad inseguimento solare: quali sono i vantaggi?