Il tablet conquista le aziende: notebook e netbook addio?

Tablet

Il tablet è più di una tendenza e la dimostrazione arriva da una nuova indagine della School of Management del Politecnico di Milano che ha intervistato i CIO (Chief Information Officer) delle aziende italiane. Secondo i dati, infatti, il 56% delle medie e grandi imprese italiane ha introdotto tablet nel 2012 e nel 65% dei casi si dichiara pienamente soddisfatto. Chi non è ancora passato al tablet appare comunque intenzionato a farlo (44%), anche nel breve periodo (12% del totale), mentre il no alla tavoletta è dovuto soprattutto all’assenza di una specifica necessità di dispositivi mobili.

Ma per quali utilizzi si sceglie il tablet in azienda? Ci sono casi in cui vengono preferiti a notebook e netbook, specie se ad utilizzarli è il Personale di Vendita (43%) o gli Executive (23%). Se al Pc portatile si può rinunciare senza particolari problemi, il tablet non sembra invece poter sostituire lo smartphone: ciò succede solo per il 6% tra gli Executive e nella stessa percentuale per il Personale di vendita.

Quando si parla di tablet, impossibile non pensare subito all’iPad di Apple, il capostipite dell’era new tablet. In effetti, il sistema operativo iOS di Apple resta il preferito, anche se le aziende puntano su diversi OS. In rari casi, però, la scelta viene lasciata al personale, secondo la pratica del Bring Your Own Device (20%). Per quanto riguarda gli OS più diffusi, iOS precede nell’ordine Android, QNX e Windows.

Parlare di tablet significa prendere in considerazione anche le relative applicazioni. L’orientamento, soprattutto per motivi di sicurezza, è quello Web-based (42%), anche se in calo rispetto al Remote Wipe (41%), ovvero la cancellazione totale e da remoto di tutti i dati presenti sul dispositivo in caso di furto o smarrimento. In tal senso, si muove anche la scelta del Private Enterprise Application Store, nella maggior parte dei casi con meno di 10 apps e meno di 5 per il 43% degli intervistati. A proposito di applicazioni, va detto che lo sviluppo interno all’azienda viene affiancato e superato dal lavoro di “piccole” Software House, preferite alle grandi aziende per la capacità di assitere il cliente nelle personalizzazioni.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento

JUGO > Tecnologia > Il tablet conquista le aziende: notebook e netbook addio?