Kobo Touch, Glo e Mini: l’eReader si fa in tre

eReader Kobo

Se i libri cartacei restano un must per i lettori più tradizionalisti, quelli per intenderci che amano l’odore delle pagine, il fenomeno eBook è ormai una certezza proiettata al futuro. Lo dicono gli editori che, nel contesto di un mercato in decisa contrazione per la crisi, fanno registrare una crescita solo per i libri elettronici. A favorirne la diffusione sono cataloghi digitali in forte espansione ed l’offerta di eBook reader sempre più leggibili ed economici.

In tal senso si è orientata la scelta di Mondadori, protagonista in Italia con il suo catalogo di circa 9 milioni di prodotti (3 milioni i titoli), che ha deciso di puntare su Kobo. Prodotti da una società canadese, questi eReader prima hanno conquistato il mercato interno (soppiantando anche Amazon, dati di gennaio) ed ora sono pronti ad imporsi anche all’estero, Italia compresa. Il primo contatto è avvenuto ad inizio mese con il Kobo Touch, modello già in vendita negli store Mondadori a 99 euro, al quale sia affiancano ora i nuovi Kobo Gloo e Mini, rispettivamente con prezzi di 129 e 79 euro.

Per quanto riguarda le caratteristiche distintive dei tre lettori, va detto che Kobo Touch è già alla sua terza generazione: schermo da 6 pollici, E ink, processore da 800 Mhz e 1 GB di memoria riservata ai contenuti (espandibile via MicroSD). Ampio è il supporto per i formati di eBook, tutti o quasi i più diffusi, così come per Kobo Gloo e Mini: il primo si distingue per la tecnologia ComfortLight per la lettura anche in scarse condizioni di luce, i font regolabili e lo schermo da 6 pollici, il secondo per le dimensioni (schermo da 5 pollici) e il prezzo contenuto.

Articolo redazionale

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento

JUGO > Tecnologia > Kobo Touch, Glo e Mini: l’eReader si fa in tre