Sinofsky via da Microsoft: suo il progetto Windows 8

Il sistema operativo Windows 8

Il numero due di Microsoft, secondo solo al CEO Steve Ballmer, ha scritto: “Qualcuno si lascerà andare a speculazioni sulla mia decisione o sui tempi scelti per l’annuncio – dice Steven Sinofsky riferendosi chiaramente ai pochi giorni trascorsi dal lancio di Windows 8 e del tablet Surface -. “Ma vi posso però garantire che nessuna speculazione corrisponde alla verità, in quanto si tratta di una scelta di natura personale e quindi privata, dunque non riconducibile a voci o teorie che potranno circolare sul mio conto, su quello della società e dei suoi vertici (riferimento a Steve Ballmer, ndr)”.

Dietro ogni grande addio – Steven Sinofsky era a capo della divisione Windows dal 2009 – ci sono sempre motivazioni importanti. Se i dietrologi già cavalcano l’ipotesi di insuccesso per Windows 8 e Surface, anche se non ci sono dati confermano solo le titubanze del tablet, per altri potrebbero addirittura esserci problemi di salute per il minuto ingegnere nato nel 1965. Ad ogni modo, la verità la conoscono solo Steven Sinofsky e Steve Ballmer, che si separano proprio nel momento più importante nella storia recente di Windows. Con l’ultima versione del sistema operativo, infatti, Microsoft ha rivoluzionato sia l’utilizzo che la compatibilità tra i veri dispositivi.

In attesa di conoscere il futuro di Steven Sinofsky, lontano da Redmond dopo ben 23 anni di carriera, il futuro di Windows passa ora nelle mani di Julie Larson Green, promossa dal grado di vice presidente della sezione Windows. Di lei si sa che nel 2009 affermò di avere gettato le basi per Windows 7, figlio della disastrosa esperienza Vista, e che è tra le poche donne a ricoprire un ruolo importante in Microsoft… da oggi ancor più rilevante.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento

JUGO > Tecnologia > Sinofsky via da Microsoft: suo il progetto Windows 8