Virus e malware: insidie prendono di mira tablet e smartphone

Tablet

Nel mirino dei malintenzionati del Web ci sono le nuove tecnologie, ancora giovani e per questo vulnerabili. In particolare, gran parte delle insidie informatiche si sposteranno dal mondo “fisso” dei PC desktop a quello “mobile” di tablet e smartphone, raggiungendo anche l’innovativo cloud computing. Per la nuvola, inoltre, i cybercriminali partono da una situazione di vantaggio, in quanto possono contare su tecniche valide anche in ambito desktop.

“L’era della consumerizzazione è iniziata ed è destinata a continuare - spiega Trend Micro -. I crescenti volumi di informazioni aziendali archiviate e gestite tramite dispositivi differenti e non completamente controllabili dai responsabili IT possono dare luogo a un aumento degli episodi di perdita di dati, causati dalla mancanza di misure di sicurezza adeguate nei confronti dei dispositivi personali”.

Collegate al mondo cloud, dove i contenuti sono accessibili da ogni dispositivo, sono anche le insidie per i dispositivi mobili. Su tablet e smartphone le principali minacce arrivano però dalle applicazioni pericolose, anche se in futuro l’insidia è rappresentata da eventuali bug presenti nelle app ritenute sicure. A tal proposito, l’attenzione dei malintenzionati sembra concentrarsi sul mondo Android, in rapida espansione e caratterizzato da un sistema aperto per la distribuzione delle applicazioni.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento

JUGO > Tecnologia > Virus e malware: insidie prendono di mira tablet e smartphone