I paesaggi lunari del Sella, percorsi tra cielo e roccia

sella

Non è uno scherzo. Esiste proprio qui, in Italia. Tra le centinaia di posti incantevoli, ne esiste uno che può tenere il confronto con un luogo magico per eccellenza, la Luna: è il Gruppo del Sella, nelle Dolomiti.

C’è chi l’ha definito un castello di roccia, o un’isola proiettata verso il cielo. L’impressione di chi ne percorre i sentieri, tuttavia, è assolutamente quella di essere sulla Luna, grazie al panorama dominato da crateri, formazioni rocciose nude e continue, ghiaioni e burroni ripidissimi, massi piatti e stratificati.

Con un po’ di fortuna, nelle giornate meno affollate da escursionisti, e magari partendo dal passo Pordoi dove prendere la funivia, si può respirare il silenzio e la magia di questi luoghi.

Il cammino ricarica le energie e libera la mente, fa il vuoto… come sulla Luna, viene meno la gravità, quanto meno quella delle preoccupazioni quotidiane e dei pensieri negativi. Ecco la magia della montagna: seguire il percorso ben piantati alla terra, ascoltare il proprio passo, sentire la fatica della salita fino al Piz Boè (3156 m s.l.m., con brevissimi tratti in ferrata), perdersi nel blu intenso del cielo; proseguire fino al rifugio Pisciadù, dove trovare ristoro. Il Sella offre molti rifugi, sentieri segnati o ferrate.

A est avremo la Val de Mesdì, il paesaggio mozzafiato delle Tofane e delle Alpi ampezzane, a nord l’Alta Badia e la Val Gardena, a ovest la Val Lastiès e l’altopiano Meisules, il Catinaccio e più in là il parco dello Sciliar, a sud la Val di Fassa e le Pale di San Martino.

Un panorama a 360 gradi sulla bellezza pura, autentica delle nostre montagne.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Viaggi & Eventi > I paesaggi lunari del Sella, percorsi tra cielo e roccia