Ischia: un week end sull’isola

Ischia_jugo.it

Un week-end bevendo un bicchiere di vino bianco mentre il sole tramonta sul mare mordendo dei frigitelli, rilassando il corpo nelle vasche naturali di acqua termale e sentendo sulla pelle il fresco dell’aria notturna del mare mentre le barche escono per la pesca. Ischia, un’isola per perdersi e ritrovarsi.

L’odore del mare. L’aria leggera. Il calore del sole che batte dal cielo azzurro. La vista che si perde sul mare sconfinato fino a che l’occhio non incontra il profilo di terre all’orizzonte: Procida, Ponza, Ventotene.

Ischia è una delle isole del Golfo di Napoli. A Napoli Beverello, si lascia la città in aliscafo, approdando in circa 1 ora alla pace dell’ “Isola verde”, al molo di Casamicciola: una delle grandi “anime” dell’Isola. Anime che a seguirle possono creare il mix di un week end indimenticabile.

L’anima “storica” di Ischia Ponte e Ischia Porto, un borgo antico, dove regna il castello Aragonese che ha ospitato i re spagnoli, visitabile quasi nella sua interezza, dove ci si perde tra le mura, le torri di guardia e i terrazzamenti dalla vista mozzafiato sul mare.

L’anima “chic” di Sant’Angelo dalle case bianche, i corrimano dei sentieri in porcellana decorata, i ristoranti di pesce a bordo mare che servono i “friggitelli” per aperitivo mentre il sole scende sul mare e le barche ondeggiano nell’insenatura del porto.

L’anima “pirata” di Forio, paese dell’isola più volte invaso dai saraceni e che ha lasciato in eredità alla popolazione le labbra nere e la carnagione scura. Un paese misterioso dalle vie strette per favorire la resistenza alle invasioni e da cui la sera si può ammirare un sole infuocato cadere nel mare aperto.

L’anima “tradizionale” ricca di riti caratteristici come la “processione a mare” di Ischia Ponte che, con le barche che sfilano illuminate nella notte, “si porta via l’estate”, come dicono gli Ischitani.

E infine, l’anima dell’antichità” romana: le terme. Al Negombo ci si può rilassare nelle vasche di acqua termale e riposare sulla spiaggia organizzata, oppure sostare sulle spiaggia libere dicartaromana e sorgeto e godere delle pozze termali naturali e gratuite all’aperto.

Un’isola ad oggi dimenticata dal turismo di massa, protetta dal suo castello che la osserva silenzioso come un amante. Un luogo dove dimenticare da dove si arriva, per perdersi nei paesaggi a cui si è approdati.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Viaggi & Eventi > Ischia: un week end sull’isola