Lanzarote, un parco nella terra dei vulcani

LANZAROTE_jugo.it

L’inferno infatti non deve essere molto diverso. Un luogo senza colori forti, un deserto privo di tracce di vita, ma ricchissimo di fascino, dove  non si percepiscono rumori anche se il vento soffia. L’inferno in terra esiste ed è su un”isola al largo delle coste occidentali del Marocco, nell’Arcipelago delle Canarie.

Conviene senz’altro abbandonare il sole delle spiagge di Lanzarote, la più caratteristica fra le Islas Canarias come si chiamano in spagnolo,  e visitare il Parco Nazionale di Timanfaya. Si estende nella parte sud-occidentale dell’ isola, quella che nel 1730 fu colpita in pieno da una spaventosa eruzione vulcanica, che durò 6 anni. Natura, persone, villaggi, tutto fu sommerso dalla lava. Lanzarote è un’isola dalla terra fertile e nera, palme, aloe, viti basse,  dove le caratteristiche vulcaniche si riscontrano a ogni passo, ma è a Timanfaya che le conseguenze si toccano con mano. La natura non esiste più, i colori sono pochi e spenti – ruggine, ocra, marrone e nero. Si ergono naturalmente le bocche del vulcano, le Montañas del Fuego, ci sono le concrezioni dalle forme contorte, si scorgono le timide forme di vita –i  licheni – che si riaffacciano dopo il disastro.

Siamo in una zona di parco nazionale e le visite in libertà non sono ammesse. Chi ama il trekking può prenotare con un certo anticipo un’escursione a piedi. Altrimenti un servizio di bus all’interno della zona vulcanica viene svolto regolarmente per i turisti. I mezzi percorrono a bassa velocità La ruta de los Volcanes e permettono di osservare e fotografare i paesaggi.  La gita inizia nella parte più elevata del parco, là dove sorge un edificio, anch’esso nero  progettato da Cèsar Manrique, l’artista nativo di Lanzarote e amico di Picasso che si spese per conservare l’aspetto più autentico dell’isola. In questo punto il micidiale calore del vulcano si manifesta ancora, grazie a una camera di magma bollente che può scaldare l’acqua in pochi secondi e farla fuoriuscire,vaporizzata come un geyser oppure fare cuocere la carne sul barbeque, appunto la specialità – molto scenografica – del ristorante.

Il sito turistico delle Islas Canarias parla di Lanzarote anche in italiano.

 

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Viaggi & Eventi > Lanzarote, un parco nella terra dei vulcani