Pasqua e Pasquetta: vacanze brevi, bene agriturismo

Agriturismo

A pochi giorni dall’indagine ENIT, dalla quale è emerso un trend positivo per il turismo straniero, a parlarci dei viaggi degli italiani per il prossimo fine settimana di Pasqua e Pasquetta sono alcuni operatori specializzati in agriturismo e case vacanza.

Secondo il sito Agriturismo.it, la guida all’agriturismo di qualità in Italia, a concedersi una breve vacanza pasquale sarà il 18% degli italiani, una percentuale vicina a quella degli ultimi due anni. Il trend indica però, una maggiore propensione dei vacanzieri per l’agriturismo, dove si registra un incremento delle presenze del 3% (dati Adoc), favorito anche dal calo delle destinazioni estere, più costose per il viaggio. Le cifre indicano che il 28% degli intervistati si recherà in agriturismo, contro il 26% che sceglierà l’hotel, il 13% il Bed & Breakfast, il 12% la casa di proprietà o di amici e il 10% che preferirà l’affitto.

Per quanto riguarda le mete preferite per il soggiorno in agriturismo, in vetta c’è la Toscana con il 10%, seguita dal Trentino e dalla Puglia con il 4%, ma in cima alal classifica delle preferenze si piazzano anche Umbria e Sicilia.

Passando alle case vacanza, l’Osservatorio Casa.it indica un trend costante di crescita per il ponte pasquale e, più in generale, per le vacanze brevi. Tra le località più gettonate ci sono quelle balneari (+20%) e le tradizionali città d’arte (+11%). Secondo i dati dell’indagine, spiccano il +22% di Viareggio e il +17% di Firenze.

Bene anche Camaiore, Cervia, Varazze, Jesolo, Sanremo, Pietrasanta e San Benedetto del Tronto per la villeggiatura sul mare, così come Palermo, Roma, Venezia e Napoli per le città d’arte.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Viaggi & Eventi > Pasqua e Pasquetta: vacanze brevi, bene agriturismo