Per cubani sarà più facile andare all’estero: solo passaporto e visto

Cuba

Chiamarlo un cambiamento epocale è forse esagerato, ma a Cuba stanno progressivamente scomparendo numerosi divieti. Mentre sull’Isola e nel resto del mondo tiene banco la questione della salute di Fidel Castro, tanto che per il líder máximo si parla ormai di morte vicina, il fratello Raúl Castro semplifica la vita dei cubani che intendono visitare i paesi esteri: dal 14 gennaio, ovvero a 90 giorni dalla pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale di Cuba, diventerà operativa la nuova legge che prevede i soli passaporto e visto per uscire da Cuba.

Niente più permesso di uscita e lettera d’invito, quindi, ma anche più tempo per rientrare a Cuba. La nuova legge sull’immigrazione prevede, infatti, l’aumento del tempo consentito per il soggiorno all’estero che passa dagli attuali 11 mesi a ben 24 mesi (2 anni). Per i cubani si tratta di un’altra buona notizia, in quanto lo sforamento del periodo consentito prevede che lo stato consideri la persona come espatriata, con il rischio di perdita dei diritti sui beni e, spesso, con l’impossibilità di fare ritorno nel proprio paese.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Viaggi & Eventi > Per cubani sarà più facile andare all’estero: solo passaporto e visto