Perdersi al KaDeWe di Berlino

kadewe

Tutto partì da un’idea avventurosa del mercante berlinese di origine ebraica Adolf Jandorf nel 1905. Idea che superò tutte le aspettative quando nel marzo di due anni dopo il KaDeWe (nome completo Kaufhaus des Westens) venne inaugurato da Emil Schaudt.

Un grande magazzino che con una superficie di vendita di 60.000 metri quadri dislocati su sette piani costituisce il centro commerciale più grande del continente europeo: unico nel genere a presentare ai suoi clienti una vasta gamma di beni provenienti da tutto il mondo – dai vestiti sfilati sulle passerelle alla moda di Parigi sino ai frutti esotici dei mari del sud.

Sempre un con passo davanti alla concorrenza, KaDeWe, al giorno d’oggi, oltre a offrire una vasta gamma di prodotti, è anche specialista nel lanciare nuovi standard di mercato: reparti di profumeria e cosmetica, gioielli e orologi e tre piani dedicati alla moda.

Per non parlare dell’aspetto alimentare: un piano intero dedicato ai gourmet. Circa 110 cuochi insieme a 40 pasticcieri e panettieri preparano per i clienti specialità culinarie su più di 30 banchi e con più di 1.000 posti a sedere su questo piano, il sesto, KaDeWe è il più grande ristorante della città tedesca.

Un centro commerciale quasi leggendario che con lo stesso rituale di una volta, poco prima delle 10 del mattino, abbassa il cancello di ferro originale risalente al 1907 – ai giorni dell’inaugurazione.

Così, da quella porta, ogni giorno, a volte anche la domenica, fino a 50.000 persone provenienti da ogni angolo della terra sono accolte con cortesia dal personale, prima di perdersi in un’avventura di shopping emozionante sui sette piani del grande magazzino in mano ai 2.000 dipendenti, per ciascuno dei quali le esigenze e le necessità dei clienti sono di assoluta priorità.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Viaggi & Eventi > Perdersi al KaDeWe di Berlino