Vacanze in Italia: le 10 attrazioni gratuite da non perdere

San Pietro

A guidare i viaggiatori alla scoperta delle attrazioni storiche e culturali gratuite più famose del mondo, il sito di recensioni di viaggio TripAdvisor ha stilato la Top 10 delle Attrazioni Gratuite da non perdere in Italia in base all’Indice di Popolarità che esprime il gradimento dei suoi utenti e al ranking definito dai suoi editor.

Percorrere le maestose navate della Basilica di San Pietro, ammirando la sua imponente architettura ed i capolavori senza tempo di Michelangelo, Bramante e degli altri artisti che hanno prestato il loro genio al progetto della cattedrale è un’esperienza senza prezzo. E ancora: perdersi nel misticismo gotico del Duomo di Milano e immergersi nell’atmosfera dell’epoca ammirando i risultati del recente lavoro di restauro che lo ha restituito al suo antico splendore è un privilegio a costo zero assolutamente irrinunciabile. Ecco allora le 10 mete da non perdere:

1. Basilica di San Pietro, Roma (Lazio).
Centro indiscusso della fede cattolica, Piazza San Pietro richiama ogni anno milioni di fedeli da tutto il mondo, anche grazie all’architettura sontuosamente decorata della sua basilica ed alla cupola di Michelangelo. Il Santuario, commissionato dall’Imperatore Costantino nel secondo secolo, fu eretto nel luogo dove si trovava la tomba di San Pietro e ultimato nel 349 Dc. I lavori di costruzione della Basilica, che si sono sviluppati per un intero secolo, hanno coinvolto tutti i grandi architetti del Rinascimento e del Barocco romano.

2. Duomo, Milano (Lombardia).
Il Duomo di Milano sorge sulla Basilica di Santa Maria Maggiore e la sua storia abbraccia più di sei secoli: l’inizio dei lavori di costruzione della cattedrale risale infatti al 1386. A seguire, l’inserimento delle altre parti principali del Duomo: l’apice principale, realizzato nel 1769, e la Madonnina, aggiunta nel 1774. La costruzione della cattedrale ha raccolto i contributi dei migliori scultori e architetti italiani.

3. Pantheon, Roma (Lazio).
Il Pantheon è un magnifico tempio della Roma antica, successivamente trasformato nella chiesa di Santa Maria ad Martyres. Risalente al 125 dC, è l’edificio più antico di Roma e uno dei luoghi più spettacolari della città. Michelangelo studiò a lungo il Pantheon e ne trasse ispirazione per la sua cupola-capolavoro all’interno della Basilica di San Pietro.

4. Piazzale Michelangelo, Firenze (Toscana).
Con la sua veduta panoramica, unica su Firenze, Piazzale Michelangelo è una destinazione turistica imperdibile. La piazza, dedicata allo scultore Michelangelo, racchiude copie dei suoi capolavori, come il David e le quattro allegorie della Cappella di San Lorenzo della Famiglia dei Medici. Unica distinzione è che le copie sono state realizzate in bronzo, mentre gli originali sono in marmo.

5. Canal Grande, Venezia (Veneto).
Canal Grande è uno dei canali più famosi di Venezia e rappresenta una delle vie d’acqua principali della città lagunare. E’ percorso da vaporetti e taxi d’acqua, ma anche da romaticissime Gondole, adorate dai turisti di tutto il mondo. Ad un’estremità il Canal Grande porta alla Stazione Ferroviaria di Santa Lucia, mentre dall’altra conduce direttamente a Piazza San Marco. Con un’ampia “S”, il Canal Grande funge da raccordo fra i principali sestieri di Venezia.

6. Basilica di San Francesco, Assisi (Umbria).
Il 16 luglio del 1228, a soli due anni dalla sua morte, Francesco d’Assisi venne proclamato Santo da Papa Gregorio IX; il giorno dopo, il 17 luglio, lo stesso Papa e il rappresentante dell’Ordine dei Frati Minori posero le prime pietre per la costruzione di questa imponente basilica, futuro scrigno dei resti mortali di Francesco e anche sede dell’Ordine appena nato. La Basilica di San Francesco, dichiarata patrimonio dell’umanità, è decorata con splendidi affreschi realizzati dai più illustri artisti del tempo come Simone Martini, Giotto e Cimabue.

7. Piazza San Marco, Venezia (Veneto).
Piazza San Marco rappresenta il cuore millenario di Venezia, teatro del suo splendore passato e della sua suggestiva realtà attuale. Per il suo eccezionale decoro è definita la più bella piazza del mondo. Nonostante le sue origini siano medievali, la piazza mostra uno schietto carattere rinascimentale.

8. Trulli, Alberobello (Puglia).
I trulli sono antiche costruzioni in pietra a secco, coniche, di origini protostoriche, tipiche ed esclusive della Puglia centro-meridionale. Alberobello è un pittoresco centro agricolo e turistico, formato in gran parte da trulli che gli conferiscono, oltre ad un’atmosfera fiabesca, notevole interesse architettonico. E proprio grazie alle particolarità che lo caratterizzano, questo Comune è stato riconosciuto nel 1996 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

9. Piazza del Campo, Siena (Toscana).
La storia di Siena è passata da Piazza del Campo, o meglio, dal ‘Campo’, come lo chiamano i senesi, che qui organizzavano i loro spettacolari e terribili ‘giochi’, in seguito sostituiti dal Palio, e sempre qui festeggiavano e giocavano d’azzardo (e il Campo era l’unico luogo dove era consentito), e tenevano il mercato. Il Campo ha visto passare personaggi memorabili della storia di Siena: Santa Caterina, la santa mistica profondamente legata all’immagine di Siena, ma anche artisti come Simone Martini o Jacopo della Quercia.

10. Basilica di Santo Stefano, Bologna (Emilia Romagna)
La Basilica di Santo Stefano, conosciuta anche con l’appellativo di “Sette Chiese”, è un complesso di edifici sacri che si trova nell’omonima piazza di Bologna. La Basilica, oltre al suo incommensurabile valore storico, conserva testimonianze artistiche di grande valore. La storia ultramillenaria, le preziose testimonianze paleocristiane e le molteplici stratificazioni architettoniche fanno del complesso di Santo Stefano un luogo di eccezionale interesse storico, artistico e religioso.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

1

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it
JUGO > Viaggi & Eventi > Vacanze in Italia: le 10 attrazioni gratuite da non perdere