Come imparare nuove parole con l’aiuto di un dizionario di inglese

Quando si prova a imparare una lingua straniera, il vocabolario rappresenta uno strumento di fondamentale importanza e un aiuto molto valido, dal momento che permette di scoprire e di memorizzare il significato di termini che non si conoscono. Per esempio, studiando l’inglese si può fare affidamento su un piccolo vocabolario da tenere sempre a portata di mano: ciò che conta, però, è ricordare che un utilizzo esagerato del dizionario di inglese può costituire un problema più che significativo dal punto di vista della lettura. In effetti, uno dei segreti di una lettura tranquilla ed efficace consiste nella capacità di arrivare a intuire il significato dei termini ignoti attraverso il contesto in cui essi sono inseriti: per esempio, ci si può aiutare facendo riferimento alle parole vicine, deducendo ciò che non si conosce direttamente.

In questo modo si ha la possibilità di leggere in maniera più veloce, e al tempo stesso di acquisire quelle competenze di cui si ha bisogno per leggere in tutte quelle circostanze in cui non si ha a disposizione un dizionario di inglese. Ovviamente, in situazioni del genere si corre sempre il rischio di una interpretazione non corretta: magari si scambia il significato di una parola per un altro, e quella parola viene utilizzata in maniera non appropriata. L’esercizio e l’allenamento, proprio per questo motivo, sono fondamentali, fermo restando che in un momento successivo a quello della lettura si potrà comunque andare a controllare sul vocabolario se l’intuizione avuta era corretta o meno.

Alla ricerca di un testo

Ma che cosa bisogna fare per esercitarsi? Prima di tutto è necessario reperire un testo con il quale allenarsi, optando per un racconto, o magari un articolo di giornale, dalla lunghezza non esagerata e gestibile. La misura perfetta è proprio quella degli articoli delle riviste; nulla vieta di ricorrere a un libro, ovviamente, ma a patto di fermarsi dopo un paio di pagine. Una volta individuato il testo, lo si deve leggere nella maniera più veloce possibile, in modo tale da capire qual è il succo del discorso e il messaggio che viene trasmesso. Anche se non si è in grado di cogliere tutti i dettagli, per il momento ci si può accontentare, perché è importante considerare l’idea complessiva. Se si decidesse di leggere fin dall’inizio in modo troppo dettagliato, si correrebbe il pericolo di bloccarsi su questo o quel termine.

Come leggere 

Dopo la prima lettura rapida e generale, ci si può soffermare sui dettagli: una volta che è stata colta la struttura del testo inglese, si hanno a disposizione tutte le informazioni necessarie per esaminare con attenzione ogni singola parola. Ciò vuol dire che ci si deve fermare alla fine di ciascun paragrafo, per verificare di aver compreso il nocciolo di ognuno di essi. Nel caso in cui ci si imbatta con un termine che appare complicato da comprendere, è sufficiente evidenziarlo, ma per ora non ci si deve ancora affidare al dizionario di inglese. Può essere che andando avanti nel testo esso venga citato di nuovo in un contesto che permette di coglierne il significato.

L’ora del vocabolario

Una volta completata la seconda lettura, ci si può focalizzare sulle parole che sono state sottolineate: in caso di problemi, un esercizio utile è quello che prevede di tentare di inserire altri termini al posto di quelli sconosciuti. A questo punto, si può usare il vocabolario, per verificare se le ipotesi avanzate erano corrette o meno. Infine, una volta memorizzato il significato di tutti i termini nuovi, non resta altro da fare che leggere ancora il testo, per l’ultima volta, anche per verificare il modo in cui quelle parole sono state utilizzate. Insomma, ci vuole un po’ di tempo, ma alla fine i risultati raggiunti saranno evidenti.

Appassionato di Arte & Libri?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it