займ на карту онлайнкредит онлайн рко
Существует масса вариантов получить деньги от мфо, разумеется, только в том случае, когда вам одобрили займ. Естественно, что самым популярным является займ на карту. Но часто можно увидеть, как клиенты выбирают займы на киви, так как у такого рода электронных кошельков есть ряд преимуществ перед классическими вариантами получения суммы микрозайма.

La cannabis legale è davvero legale?

Sono sempre più numerosi i negozi diffusi in tutta Italia che si occupano della vendita di prodotti a base di cannabis, ma non sempre i consumatori – o addirittura gli stessi gestori – sono consapevoli di quello che afferma la legge in proposito. Per un uso corretto e legale di questa sostanza, infatti, è necessario rispettare dei limiti ben precisi che devono essere tenuti in considerazione se si vuol evitare di rendersi protagonisti di un comportamento non in linea con la normativa in vigore. La legge a cui si deve fare riferimento, in particolare, è la n. 242 del 2016, attraverso la quale l’utilizzo legale della cannabis è stato riconosciuto in maniera esplicita e ufficiale. Occorre, però, specificare i limiti previsti per il contenuto di principio attivo, il THC, che non deve superare lo 0.6%.

Lo scopo della normativa

La normativa relativa alla cannabis legale è stata istituita con l’obiettivo esplicito di promuovere e di supportare la filiera della canapa, e quindi di agevolare la coltivazione della cosiddetta cannabis sativa. Questo tipo di coltura viene ritenuto capace di favorire la diminuzione del consumo dei suoli e di far calare l’impatto ambientale in agricoltura. Non solo: la coltura è considerata un prezioso strumento di lotta contro la perdita di biodiversità e contro la desertificazione, ma può essere usata anche in sostituzione di colture eccedentarie. In più, quella della canapa merita di essere reputata una coltura da rotazione, con tutti i vantaggi che ne possono derivare. Come si può intuire, dunque, la norma non nasce con l’intento di legalizzare l’impiego della pianta in sé, al punto che la libertà di utilizzo viene riconosciuta unicamente entro parametri molto restrittivi.

Che cosa succede se si superano i limiti

Nel caso in cui i limiti indicati dalla legge non vengano rispettati, l’autorità giudiziaria ha il dovere di sequestrare le piante e di provvedere alla loro distruzione. Nella legge non si fa riferimento alle piante che divergono rispetto alla cannabis Light, che è l’unica di cui viene sancita la legittimità, così come non vengono menzionate le erbe ibride che non sono indicate all’interno del Catalogo Comune delle varietà delle specie agricole che è stato imposto da una direttiva europea del 2002.

I controlli sui coltivatori

I controlli che vengono eseguiti ai sensi della legge da parte della Guardia Forestale nei confronti dei coltivatori possono prevedere analisi di laboratorio e prelevamenti sulle coltivazioni di canapa. Ma quali sono gli ambiti in cui si può utilizzare la canapa legale? Essa a ben vedere si presta a una grande varietà di applicazioni, per esempio nel settore cosmetico o in quello dei semilavorati, ma anche per i carburanti, per gli oli e per la fibra. In molteplici campi, tra i quali il settore energetico, le attività artigianali possono trarre beneficio dal ricorso alla canapa, che tra l’altro costituisce un prezioso materiale organico che può essere adottato in bioedilizia o in bioingegneria. Ma non è tutto, perché la canapa può essere coinvolta anche nella fitodepurazione relativa alla bonifica di siti inquinati, e non vanno dimenticate – ovviamente – tutte le coltivazioni che sono riservate al florovivaismo.

L’uso della canapa in ambito alimentare

Certo è che la maggior parte dell’opinione pubblica dimostra di essere interessata alla canapa specialmente nel momento in cui essa viene impiegata nel settore alimentare. Nei negozi si vendono, infatti, biscotti alla canapa e pasta realizzata con lo stesso ingrediente, ma anche olio e farina, oltre a caramelle, the, e così via. Come detto, è la quantità di principio attivo quel che fa la differenza tra la sostanza stupefacente e la cannabis legale, che comunque può essere comprata solo da persone maggiorenni.

Appassionato di Attualità?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it