займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Ecco perché l’efficienza energetica di una casa dipende dai serramenti

Per il nostro Paese, l’efficientamento energetico in edilizia rappresenta senza dubbio una risorsa di grande valore. In questo ambito, i serramenti sono uno strumento prezioso per il contenimento delle emissioni e dei consumi, come dimostrato dai dati presenti nel report annuale Efficienza Energetica 2019 che è stato diffuso da Enea. Quel che è certo è che i serramenti si contraddistinguono per una lunga serie di vantaggi, a cominciare dalla loro capacità di durare nel tempo: la loro vita utile, infatti, viene calcolata intorno ai 30 anni. Essi, dunque, sono al livello massimo in proporzione agli interventi possibili, che si parli di schemature solari, di una riqualificazione complessiva o di cappotto termico, cioè di coibentazione.

Gli investimenti del settore

Facendo affidamento sulle cifre che sono indicate nel rapporto, lo scorso anno sono stati attivati investimenti per più di 3 miliardi e 300 milioni di euro: ebbene, oltre 1 miliardo è stato impiegato per la sostituzione dei serramenti. In poche parole, circa un terzo della torta totale, pari a oltre il 32 per cento, deve essere attribuito a tali componenti. Sempre prendendo in esame il 2018, si può verificare che i serramenti hanno consentito di ottenere risparmi pari a 381 GWh all’anno, corrispondenti a quasi il 33 per cento del totale.

Il valore dei serramenti

Ancora, la voce relativa ai serramenti è la più importante nel novero degli interventi che vengono effettuati per rendere il patrimonio edilizio efficiente. Nel periodo compreso tra il 2014 e il 2018 sono stati portati a termine più di 1 milione e 700mila interventi: lo scorso anno sono stati più di 334mila. Inoltre, sono pervenute quasi 139mila richieste correlate alla sostituzione dei serramenti. Tra i diversi interventi, quelli che riguardano i serramenti vantano il rapporto tra costo e rendimento più basso: in pratica, 10 centesimi di euro per kWh. Anche in questo modo si può giustificare la notevole richiesta di tali componenti, per un totale di 4 milioni 170mila pezzi lo scorso anno.

Le detrazioni fiscali

Le detrazioni fiscali, come noto, costituiscono una leva importante per il rinnovamento del patrimonio edilizio del nostro Paese e per l’incremento delle prestazioni energetiche. I serramenti che riscuotono il successo maggiore dal punto di vista commerciale sono quelli in pvc, che nel 2018 hanno coperto oltre i tre quinti del mercato incentivato. Per quel che riguarda le tipologie di vetro, invece, oltre il 70 per cento delle risorse che sono state stanziate è coperto da quello a bassa emissione. Quasi la metà degli investimenti che sono stati attivati è rappresentata dai serramenti in pvc con vetro basso emissivo.

La scelta dei materiali

Chi è alla ricerca di serramenti a Padova può trovare in Kasa Serramenti un apprezzato punto di riferimento dal punto di vista della varietà dell’assortimento. Sono tanti gli italiani che lo hanno già fatto. Per altro, tornando a uno sguardo complessivo sul panorama nazionale, dalle rilevazioni di UNICMI emerge un lieve aumento della domanda di facciate continue e serramenti, che per poco non supera i 4 miliardi e 700 milioni di euro: di questi, 2 miliardi e 900 milioni sono relativi al settore residenziale. Nel confronto tra il 2017 e il 2018 si scopre la conferma della quota di mercato dei componenti in alluminio, mentre quelli in legno sono calati di un punto percentuale.

Le spese degli italiani

Per quanto riguarda la riqualificazione del patrimonio edilizio, nel 2018 quasi 480 milioni di euro sono serviti per lavori riguardanti edifici con 3 piani o più: oltre il 44 per cento della quota complessiva.

Appassionato di Casa & Hobby?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Casa & Hobby:

    Ancora nessun commento