займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Viaggi & EventiRSS di categoria

Altre notizie Viaggi & Eventi

  • Perché sottoscrivere un’assicurazione sanitaria per un viaggio negli USA?

    Per avere la certezza di affrontare una trasferta negli Stati Uniti con la massima sicurezza evitando le spiacevoli conseguenze di eventuali imprevisti, vale la pena sottoscrivere un’assicurazione sanitaria per un viaggio negli USA. Non tutte le polizze, però, sono uguali, ed è per questo motivo che occorre imparare a riconoscere e a distinguere le soluzioni migliori, cioè quelle più in linea con le proprie esigenze. Non di rado le polizze di questo tipo vengono suggerite contestualmente all’acquisto dei pacchetti di volo. Il risarcimento per lo smarrimento dei bagagli e il rimborso del biglietto aereo in caso di annullamento del viaggio sono due delle opportunità di cui si può usufruire grazie a un’assicurazione di viaggio USA, fermo restando che può essere utile beneficiare anche di una copertura sanitaria con massimali molto elevati, in modo da non essere costretti a pagare in prima persona le spese sostenute per eventuali prestazioni mediche ricevute in America.

    Perché c’è bisogno di una polizza sanitaria

    La disponibilità di un’assicurazione sanitaria per un viaggio negli USA è fondamentale a causa delle caratteristiche del sistema sanitario statunitense, che prevede che l’assistenza medica sia a pagamento. Questo vuol dire che dopo che si è entrati in territorio americano non si può usufruire della copertura gratuita per l’assistenza medica che viene offerta in Europa. I vari servizi sanitari hanno un costo piuttosto elevato: ecco perché è bene organizzarsi con tutte le precauzioni del caso prima di intraprendere il viaggio, per evitare che un semplice inconveniente come un banale infortunio o un’influenza si traducano in un esborso economico eccessivo.

    Le differenze tra gli Stati Uniti e l’Europa

    Nel nostro Paese, ma più in generale in Europa, sono direttamente i contribuenti a sostenere dal punto di vista economico il sistema sanitario, il quale funziona grazie alle tasse che vengono pagate dai cittadini. Di conseguenza, le visite, l’assistenza e le cure mediche sono gratuite o quasi. Diverso è lo scenario negli Usa, dove il sistema sanitario si fonda sui contratti assicurativi che i singoli cittadini sono obbligati a sottoscrivere con le varie compagnie se desiderano ottenere le cure di cui hanno bisogno.

    Come evitare imprevisti

    In sintesi, chi non è cittadino statunitense non può far altro che stipulare un’assicurazione sanitaria per un viaggio negli USAin anticipo, per non dover fare i conti con esborsi stratosferici per una semplice visita o una prestazione medica di maggior rilievo. Ovviamente, la spesa che è necessario affrontare per la sottoscrizione di una polizza di questo tipo è molto più conveniente rispetto a quel che si dovrebbe pagare per usufruire di una prestazione sanitaria all’interno di una qualunque struttura degli Stati Uniti.

    Che cosa serve oltre alla polizza

    Per viaggiare sicuri negli USA, comunque, la polizza sanitaria di per sé non è sufficiente. Nel caso in cui si abbia intenzione di soggiornare in territorio americano per un periodo di tempo piuttosto lungo, infatti, c’è bisogno di un visto turistico, che è richiesto quando si rimane negli Stati Uniti per più di 90 giorni. Al di sotto di questo lasso di tempo il visto non è necessario ma c’è bisogno di un’autorizzazione elettronica ESTA, per la quale è richiesta la compilazione di un apposito modulo. Non bisogna dimenticare, poi, che per viaggiare in America occorre anche il passaporto elettronico con microchip, che deve scadere almeno dopo sei mesi dalla data della partenza. In sintesi, gli adempimenti burocratici di cui ci si deve preoccupare sono molti. Sia chiaro: la sottoscrizione di una polizza assicurativa sanitaria non è un obbligo, ma è semplicemente consigliabile. Non si è costretti a essere assicurati per poter entrare negli USA, ma si tratta solo di una precauzione che permette di evitare conseguenze molto spiacevoli e dispendiose.

  • Erasmus in Europa: come funziona?

    Per molti studenti universitari, l’Erasmus in Europa è una prospettiva interessante o un ricordo vissuto con nostalgia. Ma in che cosa consiste di preciso questa esperienza? Si tratta di un progetto di scambio attivo nel Vecchio Continente che, ormai da diversi anni, prevede il coinvolgimento di un gran numero di studenti, i quali decidono di andare a vivere in un altro Paese per un lasso di tempo compreso tra i 3 e i 12 mesi. Nel corso di questo periodo, gli studenti frequentano i corsi dell’università locale, ovviamente sulla base di un piano di studi che in precedenza è stato concordato e approvato.

    La storia di Erasmus

    Sono passati ormai più di 3 decenni da quando ha visto la luce Erasmus in Europa: era il 1987, infatti, quando la Comunità Europea giunse a questa proposta, il cui nome deriva da un teologo dei Paesi Bassi, Erasmo da Rotterdam, noto per i suoi numerosi viaggi. La Germania, la Svizzera, la Francia e l’Italia: queste furono solo alcune delle mete attraversate dallo studioso, in un’epoca come il Cinquecento in cui – come è facile intuire – i viaggi non erano così diffusi come oggi. In occasione del primo anno del progetto, gli scambi furono poco più di 3mila, ma con il passare del tempo l’Erasmus è divenuto una costante per milioni di ragazzi e di ragazze: oggi si parla di circa 3 milioni di scambi all’anno.

    Dove andare

    Il bello di fare l’Erasmus in Europa sta nella varietà di destinazioni che è possibile scegliere. Tutti i 28 Stati membri della Ue prendono parte a questa iniziativa, che inoltre coinvolge anche la Turchia, la Svizzera, la Norvegia, il Liechtenstein e l’Islanda: ogni Paese ha stipulato un accordo per entrare a far parte del progetto. La Germania, la Francia e la Spagna sono alcuni dei Paesi che riscuotono un maggior successo, fermo restando che la scelta della città – e di conseguenza dell’ateneo – dipende dal percorso di studi che si sta affrontando e della facoltà che si segue. La pubblicazione del bando Erasmus è il riferimento ufficiale per conoscere le università che aderiscono e le città in cui ci si può trasferire. Una volta presentata la domanda, occorre attendere la redazione delle graduatorie: non è detto che si venga ammessi, in quanto tutto dipende dai punteggi che si raggiungono.

    Come fare per partecipare

    Le modalità di assegnazione dei punteggi cambiano a seconda della facoltà: uno dei criteri più importanti, in ogni caso, è il numero di esami che si è interessati a sostenere, ma viene valutata anche la coerenza degli esami stessi rispetto al percorso di studi. Inoltre, la selezione viene attuata in funzione del numero di richieste che pervengono a ogni singolo ateneo. In genere agli studenti che hanno in mente di partire viene proposto di prendere in considerazione almeno un paio di università: per ogni facoltà non ci sono più di 3 o 4 posti a disposizione. Per qualunque scelta c’è bisogno del learning agreement, che corrisponde al documento su cui sono riportati gli esami che si è interessati ad affrontare nell’ateneo che si frequenterà all’estero.

    Come funzionano gli esami?

    Gli esami che si sostengono nel corso dell’Erasmus vengono equiparati a quelli che sarebbero stati affrontati in Italia. C’è da tenere conto, in ogni caso, del meccanismo di attribuzione dei crediti, per effetto del quale potrebbe accadere – per esempio – che per coprire un esame italiano ci sia bisogno di due o addirittura tre esami stranieri. Ovviamente, può accadere anche il contrario. Il cosiddetto change form, comunque, permette di modificare gli esami sul posto: c’è spazio per i ripensamenti, insomma, se ci si accorge che le scelte iniziali non erano così indovinate.

  • La novità delle feste: il photo booth

    Il photo booth è una cabina fotografica a cui si ricorre per rendere speciali eventi a tema, matrimoni e feste di ogni genere. Si tratta di una novità che si è diffusa nel corso degli ultimi anni, sia nell’ambito degli eventi aziendali che per i ricevimenti di nozze. Queste cabine fotografiche ricordano in tutto e per tutto quelle che permettono di realizzate le foto tessere. La creatività è il punto di forza di tale soluzione, che permette a chi partecipa a una festa o a un’iniziativa di farsi immortalare in pose quantomeno buffe. Non sono rari i wedding planner che suggeriscono alle coppie che stanno per unirsi in matrimonio il wedding photo booth. Gli sposi possono non solo ritrarre sé stessi, ma anche avere un ricordo dei presenti, ben diverso rispetto al servizio fotografico tradizionale. Naturalmente le due formule non sono in contrapposizione, ma piuttosto complementari.

    Libertà di scelta

    Che si opti per il photo booth a Parma o in qualsiasi altra città italiana, uno dei vantaggi più significativi di cui si può usufruire è la grande libertà di scelta garantita dal punto di vista dell’allestimento. In occasione di un ricevimento di nozze, per esempio, è compito degli sposi scegliere la cornice del photo booth, e quindi gli elementi grafici che andranno a circondare le immagini vere e proprie. Gli stessi sposi hanno l’opportunità di decidere lo sfondo e i props, che corrispondono agli accessori e ai gadget che contribuiscono a rendere le foto bizzarre. Al photo booth, in genere, viene riservato un angolo ad hoc, in cui chiunque è libero di far sfogare la propria fantasia.

    Quando si usa il photo booth

    Non sono solo le feste di matrimonio a proporre i photo booth, che si rivelano adatti a una grande varietà di occasioni. Si pensi, per esempio, a una festa di compleanno o a un party che vuole celebrare il conseguimento di un diploma di laurea. Al di là degli eventi privati, questa formula può essere scelta anche per appuntamenti pubblici: così, il photo booth non è più solo un’occasione di divertimento, ma si trasforma in uno strumento di marketing, secondo una logica prettamente commerciale.

    I selfie box

    Tra i photo booth più moderni si segnalano i selfie box, grazie a cui le foto che vengono scattate possono essere pubblicate subito sui social network. Come è facile intuire, chi si occupa dell’organizzazione di eventi trova in questa opportunità un’occasione da non lasciarsi sfuggire per estendere la portata virale di un’iniziativa o comunque di un messaggio che si è intenzionati a diffondere. La comunicazione non si limita più ai partecipanti che presenziano all’evento, ma si estende potenzialmente a chiunque. Ed è la stessa platea che interviene, a sua volta, a contribuire alla diffusione di messaggi positivi tramite i vari scatti che vengono realizzati.

    L’eredità delle cabine per le foto tessere

    Quando non c’erano ancora gli smartphone e il termine selfie era di là da venire, chi voleva divertirsi con le foto lo poteva fare con i photo booth, che in effetti per qualche tempo sono andati di moda tra i ragazzi di una generazione fa. Così, le cabine per le foto tessere, rigorosamente con uno sgabello solo, venivano assediate dai giovani che si divertivano a immortalarsi magari con scritte in sovraimpressione, cornici colorate o altri elementi. L’eredità dei photo booth di un tempo si è evoluta in modo affascinante.

  • Prenotare un viaggio online con i coupon Expedia

    Expedia è ormai una realtà consolidata nel settore del turismo a livello mondiale: le sue tariffe sono tra le più convenienti di cui si possa usufruire, complice la partnership siglata con circa 435mila hotel e con più di 400 compagnie aeree in tutto il mondo. Grazie ai coupon Expedia, gli utenti hanno l’opportunità di prenotare un hotel e di organizzare la propria vacanza approfittando di sconti vantaggiosi. Il sito garantisce una user experience di alto livello perché è intuitivo e semplice da navigare: sono sufficienti pochi clic, insomma, per riuscire a individuare il viaggio più in linea con le proprie esigenze. I voucher Expedia sono al 100% gratuiti: anche in questo caso bastano pochi step per adoperarli.

    Le promozioni di Expedia

    I coupon Expedia possono essere utilizzati in ogni periodo dell’anno, dal momento che il portale mette a disposizione un ampio spettro di offerte di viaggio in tutte le stagioni. Con la riduzione Add On, per esempio, è prevista una promozione massima del 42%, ma vale la pena di menzionare anche lo sconto del 10% che si applica sulle tariffe dei soci e i buoni sconto sulle vendite flash che possono superare il 50%. Qualunque sia la meta che si ha in mente di raggiungere, con Expedia ci si può mettere in viaggio avendo la certezza di fare affidamento su un partner online solido e sicuro, in grado di garantire il più conveniente rapporto qualità prezzo.

    Come funzionano i coupon

    Quando si parla di coupon Expedia si fa riferimento a codici sconto, vale a dire voucher alfanumerici che sono composti da numeri e lettere o, in alcuni casi, solo da lettere. Al pari dei coupon cartacei, i coupon devono essere mostrati, cioè usati quando si giunge nella pagina del carrello, a cui accedono gli utenti registrati che stanno portando a termine un acquisto e devono provvedere al pagamento. Occorre tener presente, per altro, che si può impiegare questo codice sconto unicamente se si fa riferimento all’opzione di pagamento online e si adopera la carta di credito; viceversa, la riduzione non è concessa nel caso in cui si decida di saldare la somma dovuta direttamente in hotel alla reception.

    Tutte le ragioni per scegliere Expedia

    Non sono molti i siti di turismo attivi nel nostro Paese che mettono a disposizione i coupon sconto con regolarità e in modo sistematico: Expedia è uno di loro. Già questo sarebbe di per sé un motivo più che sufficiente per decidere di affidarsi a questo portale, i cui voucher promozionali si caratterizzano per sconti del 10%. Proprio il codice coupon del 10% rappresenta il metodo di riduzione più comune tra quelli che vengono offerti, fermo restando che sono disponibili diverse promozioni generiche; tra queste meritano di essere menzionati gli sconti per hotel, che in alcune circostanze possono arrivare addirittura all’80% in meno rispetto ai prezzi di listino classici. Il ricorso ai coupon, dunque, è la soluzione ideale per beneficiare di un risparmio consistente sulla propria prenotazione: si tratta di sconti che possono essere inseriti con facilità all’interno del carrello degli acquisti.

    Come avere gli sconti di Expedia

    Ma qual è la procedura che si deve seguire per poter ricevere i coupon di Expedia e, quindi, per ottenere gli sconti correlati? I voucher vengono spediti direttamente dal portale attraverso le newsletter: a seconda dei casi si può trattare di sconti generici o esclusivi. Proprio per questo motivo, è consigliabile registrarsi sul sito, in modo tale da avere la possibilità di restare sempre aggiornati e, in più, ricevere tramite posta elettronica i vari coupon. Essi, comunque, sono presenti anche su siti web che propongono codici sconto.

  • In canoa sul Lago d’Iseo

    Il noleggio di una barca a vela non è la sola opportunità a cui ci si possa affidare per vivere il Lago d’Iseo in tutta la sua bellezza. Un’altra opzione che merita di essere presa in considerazione è quella che chiama in causa la canoa. Facile da usare anche se non si è esperti del mezzo, essa è adatta non solo agli adulti ma anche ai bambini e ai ragazzi, che hanno modo di apprezzarne la leggerezza. Ecco perché chiunque può valutare l’idea di dedicarsi a un corso di canoa, grazie a cui è possibile apprendere tutto ciò che è necessario prima di partire da soli. Gli insegnamenti riguardano non solo la teoria di base e le regole di sicurezza in acqua, ma anche le tecniche di manovra e di pagaiata, senza trascurare piccoli ma significativi cenni di meteo. Le possibilità di scelta sono variegate: si può decidere, per esempio, se concedersi una gita breve in famiglia o se, invece, passare a una più impegnativa sessione di allenamento, magari in compagnia dei propri amici o dei colleghi di lavoro.

    Come vivere la canoa

    Prima del noleggio Canoa sul Lago d’iseo, dunque, è fondamentale seguire un corso ad hoc. Tale corso prevede, per i principianti, niente più che l’abc della canoa: tutti gli insegnamenti utili per chi non ha esperienza, come quelli che riguardano la frenata, la virata e il cambio di direzione. Non solo: durante questo corso si familiarizza anche con vari accorgimenti per l’equilibrio e si entra in contatto con la tecnica di base della pagaiata e la marcia indietro. Inoltre, si scopre qual è la postura più adatta che si deve tenere quando si è a bordo di una canoa e come si può risalire se si cade in acqua. Una particolare attenzione è riservata a tutti gli aspetti che hanno a che fare con la sicurezza, come il meteo e le informazioni relative alle precedenze.

    Il corso di perfezionamento

    Per chi preferisce dedicarsi a un corso di perfezionamento, invece, si compie un passo avanti a proposito della tecnica di voga verticalizzata; inoltre, ci si focalizza di nuovo sulla postura e si cura la posizione di set up. Altri approfondimenti riguardano lo svincolo e l’estrazione, vale a dire la fase in cui la pala entra in acqua e quella in cui esce.

    In barca a vela

    Come detto, la canoa è una delle alternative che si possono valutare se si ha in mente di organizzare una gita fuori porta al Lago d’Iseo. Nulla vieta, però, di puntare sul classico, e quindi su una tradizionale escursione in barca a vela in compagnia di uno skipper professionista. Nel corso di tale esperienza ci si può avvicinare a tutti i borghi più affascinanti che si affacciano sul Sebino, ma si possono circumnavigare anche le isole di San Paolo e di Loreto prima di attraccare in quel fantastico microcosmo che è Monte Isola, un piccolo ma celebre angolo di paradiso dominato dall’alto dal Santuario della Madonna della Ceriola.

    Castro e Riva di Solto

    L’elenco degli scorci più affascinanti del Lago d’Iseo sarebbe infinito o quasi, ma meritano di essere citati gli orridi ubicati tra Castro e Riva di Solto. Le rocce verticali sono un richiamo a cui difficilmente resistono i climber, che possono puntare verso le falesie di Predore, situate sul versante bergamasco del bacino lacustre. Per i meno coraggiosi, è bello anche limitarsi semplicemente a volgere lo sguardo verso l’alto per osservare le pareti e i gradoni.

  • Le caratteristiche indispensabili di una camera di albergo

    Lo scopo di qualunque proprietario di albergo è quello di ricevere il maggior numero possibile di prenotazioni dirette. Per raggiungere tale obiettivo, occorre mettere a disposizione degli ospiti un variegato assortimento di servizi di alta qualità. I turisti che prenotano una stanza in hotel si aspettano di avere a che fare con un ambiente confortevole e accogliente, munito di tutti gli accessori indispensabili per passare un soggiorno gradevole. Non possono mancare, per esempio, i bollitori, necessari per una rilassante pausa tè, ma anche le casseforti, che devono risultare il più possibile pratiche, e i frigobar, meglio se silenziosi. Ma non ci sono solo i turisti e gli appassionati di viaggi tra i clienti degli alberghi: un ruolo di rilievo è quello degli uomini di affari, che a loro volta si basano sulla qualità delle stanze per decidere di scegliere questo o quell’hotel.

    Che cosa bisogna offrire agli ospiti?

    Oggi non basta più offrire agli ospiti un letto in cui possano dormire: oltre a fornire un tetto sopra la testa agli avventori, un albergatore deve proporre servizi di alto livello, in un certo senso per viziare la clientela, che è sempre alla ricerca di pochi ma fondamentali lussi. Questo non vuol dire prevedere la presenza di una jacuzzi in ciascuna stanza, ma solo fare riferimento a elementi più basici, che comunque sono in grado di far compiere al contesto un salto di qualità e di fare la differenza. Il compito è quello di soddisfare le attese degli ospiti, ma anche di superarle, almeno per ciò che concerne i servizi di base.

    Le forniture alberghiere più importanti

    Cliccando su www.forniture-alberghiere.biz è possibile trovare idee e spunti interessanti in proposito. Certo vale la pena di prendere in considerazione delle lenzuola traspiranti e dei cuscini soffici. Mentre un hotel medio tende a mettere a disposizione delle lenzuola in poliestere, magari con un design non più al passo con i tempi e perfino ruvide, gli ospiti avrebbero bisogno e voglia di lenzuola morbide, meglio se in tinte pastello o di colore bianco, accompagnate da cuscini soffici e da un piumone avvolgente. Tanto i piumoni caldi quanto le lenzuola di cotone contribuiscono a regalare una piacevole sensazione di relax, al pari delle tonalità cromatiche pastello. Le fibre naturali, invece, assicurano standard elevati sul piano del comfort.

    Come devono essere gli asciugamani

    Anche agli asciugamani deve essere riservata una particolare attenzione. La differenza tra la proposta di un hotel medio e quella di una struttura che riesce sempre ad andare incontro alle aspettative dei propri ospiti è evidente: nel primo caso si ha a che fare con al massimo un paio di asciugamani, magari ruvidi o addirittura logori, in genere di piccole dimensioni; nel secondo caso si ottengono degli asciugamani di diverse dimensioni, per assecondare ogni esigenza, ma soprattutto morbidi. Anche accessori in apparenza semplici come questi contribuiscono a trasmettere una sensazione di lusso. Un set di asciugamani di qualità è un ottimo segno di benvenuto per i viaggiatori.

    Il sapone e lo shampoo

    Non ci si può dimenticare, inoltre, del sapone, del balsamo e dello shampoo: vietate le bottigliette piccole che rendono impossibile lavarsi, mentre è necessario puntare su flaconi più grandi, che consentano agli ospiti di rinfrescarsi e di pulirsi come meglio credono. Non c’è nulla di più indicato dei prodotti che aumentano la luminosità dei capelli e che rendono morbida la pelle per comunicare un’idea di lusso.

  • Viaggiare in Australia con mobilità ridotta o dispositivi medici

    Per entrare in Australia, è necessario essere in possesso di un visto elettronico (ETA o eVisitor). Il secondo è dedicato ai cittadini dell’UE e del MEC; a tutti gli altri è riservato l’ETA. Scopri quale visto richiedere, come richiederlo, quali sono i requisiti per ottenerlo, a cosa serve e quando scade. Il visto per l’Australia viene rilasciato anche in caso di transito per un viaggio con altra destinazione.

    Che cos’è l’ETA/eVisitor

    L’ETA (Electronic Travel Authority) è l’autorizzazione necessaria per entrare in Territorio Australiano. Anche l’eVisitor lo è. La differenza nei nomi è data dal passaporto di cui si è in possesso.

    Per richiederlo online, è necessario NON AVERE:

    • Residenza in Australia
    • La tubercolosi
    • Sentenze penali con condanne superiori o uguali ai 12 mesi

    Ed essere in possesso di:

    • Passaporto (con validità residua di almeno 6 mesi)
    • Casella di posta elettronica
    • Carta di credito

    Entrambi i visti vengono rilasciati online solo se si ha in programma di visitare l’Australia per brevi periodi (di vacanza, di studio e di business). In caso invece si voglia lavorare nel Paese e/o aprire un’attività commerciale, sarà necessario richiedere il Temporary Work-Short Stay Activity-Subclass 400, dal sito del governo australiano.

    Come richiederlo

    Possono richiedere l’ETA solo i cittadini provenienti dai seguenti Paesi:

    • Brunei
    • Canada
    • Hong Kong
    • Giappone
    • Malesia
    • Singapore
    • Corea del Sud
    • Stati Uniti

    Mentre l’eVisitor è dedicato ai cittadini dell’Unione Europea, ma anche a quelli di:

    • Islanda
    • Principato di Monaco
    • Liechtenstein
    • Andorra
    • San Marino
    • Norvegia
    • Svizzera
    • Città del Vaticano

    Sono inclusi anche i cittadini del Regno Unito e coloro che abbiano ricevuto il proprio passaporto da un’autorità britannica. Per richiedere l’ETA o l’eVisitor, basta andare sul sito www.visum-australien.ch e compilare il modulo.

    Validità

    L’ETA e l’eVisitor sono validi per 12 mesi, il che consente più viaggi da e per il Paese. Ma è possibile rimanere in Australia solo per un massimo di 3 mesi. La richiesta andrà inoltrata almeno 2 settimane prima della partenza. Una volta ottenuto l’ETA/eVisitor, si potrà:

    • Visitare il Paese
    • Visitare amici e parenti
    • Studiare in Australia
    • Cercare un lavoro
    • Gestire accordi commerciali
    • Essere impegnati in altre attività di business che NON richiedano attività lavorative retribuite
    • Partecipare a convegni, fiere, eventi, seminari e altre attività (anche sportive e culturali)
    • Effettuare visite mediche

    Viaggiare con ridotta mobilità o dispositivi medici

    Tutti i cittadini diversamente abili, con ridotta mobilità o che viaggino con dispositivi medici hanno diritto all’assistenza prima, durante e dopo il volo, a patto che la richiedano tempestivamente, prima della partenza, alla compagnia aerea scelta.
    Se si ha bisogno di assistenza durante i controlli di sicurezza, sarà necessario avvisare il personale relativo ed essere in possesso di:

    • Una documentazione che attesti il proprio stato di salute
    • Tessera sanitaria
    • Ricetta medica (nel caso si abbia bisogno di assumere farmaci durante il proprio soggiorno in Australia)

    I dispositivi medici e gli ausili, che siano provvisti di regolare documentazione medica, sono esenti dalle restrizioni relative al trasporto.

    Conclusioni

    Solo i cittadini che rispettino i requisiti (o rientrino nelle casistiche particolari) precedentemente elencati possono richiedere il visto ETA/eVisitor per entrare in Australia. Il visto è legato elettronicamente al proprio numero di passaporto, è valido per 12 mesi e consente una permanenza di non più di 90 giorni. Inoltre, con un visto ETA/eVisitor non è concesso lavorare.

  • Vendita case ai Lidi Ferraresi: perchè investire qui?

    Se siete alla ricerca di un buon investimento, perchè non optate per una casa al mare?

    L’investimento sul mattone è sempre una forma di risparmio sicuro e se la scelta ricade su una località turistica, diventa ancora più interessante poiché oltre a sfruttarla per voi e la vostra famiglia, potrete decidere di affittarla nei periodi in cui non la utilizzate ammortizzando così le spese di gestione.

    Si perchè la casa al mare si può sfruttare durante tutto l’anno, sopratutto se scegliete una località vivace che offre molti eventi come i Lidi Ferraresi.

    Per quanto riguarda la vendita di case ai Lidi Ferraresi potete affidarvi alla professionalità di Immobiliare Evasione. L’agenzia del Lido di Pomposa è specializzata nella compravendita di immobili residenziali e commerciali nella zona dei Lidi Ferraresi e sfogliando il catalogo online potrete prendere visione di quelle che sono le migliori occasioni di mercato. Lo staff di Immobiliare Evasione sarà felice di darvi tutte le informazioni e i chiarimenti del caso per quanto riguarda le case di vostro interesse.

    Stupende villette ed appartamenti già arredati e completi di tutto quelle che serve per passare una vacanza confortevole sentendovi come a casa.

    I Lidi Ferraresi rappresentano una delle località balneari che nel tempo ha saputo proporsi ad ogni tipologia di pubblico. Ed ecco che una vacanza qui, è perfetta sia per le famiglie che cercano un soggiorno al mare da passare in tutta tranquillità e sia per i gruppi di giovani che cercano un punto di partenza per la movida romagnola.

    Durante quasi tutto l’arco dell’anno ai Lidi c’è sempre da fare! Sicuramente i mesi estivi sono i più interessanti grazie alla proposta di numerose eventi:

    la Notte Rosa è forse l’evento estivo più significativo che coinvolge tutta la Riviera, con locali aperti tutta la notte, spettacoli, musica e molto altro. Nei mesi estivi sono molte le proposte che riguardano le attività culturali e turistiche di questi luoghi, con mostre, cinema all’aperto, teatro e spettacoli musicali. A settembre si festeggia l’anguilla, il tipico pesce di acqua dolce che vive in questa zona: e tante sono le degustazioni a questo proposito.

    Nei mesi primaverili potrete conoscere la bellezza straordinaria del Delta del Po attraverso innumerevoli escursioni da svolgere, a piedi, in bicicletta o in barca.

    Infine, vi ricordiamo che i Lidi Ferraresi si trovano in prossimità di famose città d’arte e cultura tra cui Ravenna, Ferrara e Venezia.

  • Weekend dell’Immacolata: fate un salto alle terme di Abano!

    Ultimo ponte prima del Natale? Il ponte dell’Immacolata. Cosa fare prima di godersi le meritate

    ferie natalizie?

    Perchè non fare un po’ il pieno di relax prima delle feste natalizie?

    Abano Terme e Montegrotto sono la sede di fonti termali famose in tutte Europa.

    Nascono tra i colli euganei e fin dai tempi dei romani, le proprietà di queste acque magiche hanno sempre attirato moltissimi turisti.

    Con il tempo infatti, si è sviluppata una fitta rete di strutture ricettive, dotate di piscine e grotte termali per sfruttare al meglio anche i vapori emanati da queste acque.

    Tra le numerose strutture spicca l’Hotel Terme Milano: sito ad Abano Terme, questo Hotel offre per i proprio clienti numerosi servizi.

    E’ dotato di grandi piscine interne ed esterne comunicanti, che offrono getti idromassaggio rilassanti. E’ attrezzato di un reparto di cure termali accessibile direttamente dalla propria camera.

    Per tutti i clienti dell’hotel sarà possibile usufruire della Spa, attrezzata di sauna, bagno turco, doccia emozionale e cascata di ghiaccio.

    A disposizione degli ospiti ci sono anche trattamenti per il viso e il corpo e massaggi all’interno del centro benessere.

    Inoltre l’hotel è dotato di un ottimo ristorante interno per colazioni, pranzi e cene, e wifi gratuito per tutti.

    L’hotel Terme Milano in occasione del weekend dell’Immacolata, ha creato delle offerte e dei pacchetti davvero imperdibili, per poter sfruttare al massimo ponti e lunghi weekend, dedicandoti completamente al tuo benessere e alla tua persona.

    Inclusi del pacchetto per questo weekend avrete:

    • Un massaggio rilassante o tonificante
    • Una maschera viso a scelta

    un kit completo per accedere alla Spa, come accappatoio e asciugamani

    • Accesso illimitato alle piscine con idromassaggio
    • Accesso al percorso giapponese, alle cascate d’acqua e ai lettini idromassaggio
    • Uso della sala fitness
    • Accesso alla grotta sudatoria e ai vapori termali

    Abano Terme è la location ideale in cui potersi rifugiare: immersa nel verde del Colli Euganei, troverete un luogo tranquillo e rilassante. L’accesso all’acqua termale vi permetterà di sfruttarne al meglio i benefici.

    Inoltre, se non vorrete rifugiarvi in hotel per tutta la permanenza, i Colli Euganei sono tutti da scoprire: oltre alle escursioni sui colli, potrete degustare gli ottimi vini prodotti in questa zona, potrete visitare le cantine, e i borghi disseminati tra i colli. Qui potrete immergervi nella magia e nella storia di questi posti, assaporandone i sapori e gli odori.

    Abano Terme e l’Hotel Terme Milano sono pronti ad accogliervi e a coccolarvi per i vostri lunghi weekend!

  • Natale e Capodanno a Venezia: scegliete il Venice Resort per il vostro soggiorno!

    Le vacanze di Natale si avvicinano e anche la tanto attesa notte di San Silvestro.

    Venezia in questo periodo si illumina di magia, ma anche di luci!

    Vedere la Serenissima così brillante è sicuramente uno degli spettacoli più belli ai quali poter assistere: i canali illuminati, i mercatini di natale, i negozi e i ristoranti addobbati.

    I portici di Piazza San Marco si illuminano con cascate di fiocchi di neve luccicanti. Venezia è la città perfetta per tutti gli amanti del Natale, perchè in ogni piazza, canale e calle si potrà respirare il profumo dello spirito natalizio.

    Mercatini di Natale, e la pista di pattinaggio in Campo San Polo animeranno le vostre vacanze.

    I Celebri Mercatini di Natale saranno presenti come ogni anno anche Mestre: non solo bancarelle, ma anche concertini e eventi per i bambini. Inoltre potrete trovare in Piazza Ferretto una magnifica pista di pattinaggio su ghiaccio.

    Per la sera di San Silvestro l’intera laguna sarà illuminata dagli spettacolari fuochi pirotecnici. E per tutti gli amanti della musica, si terrà il celebre concerto di fine anno al teatro La Fenice dell’orchestra del teatro. La prima parte del concerto sarà principalmente orchestrale, nella seconda parte si esibiranno i solisti del coro, e infine, come da tradizione il concerto si concluderà con il coro Va’ Pensiero (Nabucco) e il brindisi Loibiam n’ lieti calici (Traviata). Le date dei concerti sono fissati da Sabato 29 Dicembre fino a Martedì 1 Gennaio.

    Venezia è una città che vive di turismo: i veneziani sono persone affabili e cortesi, simpatiche e disponibili. Soggiornare a Venezia è un’esperienza unica, non solo per la magnificenza della città senza dubbio indiscussa, ma anche i veneziani vi resteranno di sicuro nel cuore.

    Per arrivare a Venezia avrete numerose possibilità: l’auto, mezzo consigliato se volete spostarvi alla scoperta di altre città venete, il treno, la stazione è praticamente in centro città, e l’aereo, per chi proviene da lontano.

    A due passi dall’aeroporto Marco Polo di Venezia troverete l’hotel Venice Resort. Una struttura a 4 stelle pronta ad accogliervi calorosamente.

    Vicinissimo al centro di Venezia, l’hotel offre ampie camere confortevoli e arredate con gusto. Immerso nel verde, è fornito di un ampio parcheggio riservato ai clienti dell’hotel.

    Questo hotel è il perfetto compromesso per godere della magia di Venezia, e della tranquillità che si ricerca per vivere un soggiorno di pieno relax.

    Il Venice Hotel ha in serbo per i suoi clienti numerose offerte per il periodo natalizio e per il Capodanno, si per lunghi periodi sia per un weekend.

    Venite a scoprire la magia di Venezia e la cortesia dei veneziani, nel periodo più bello dell’anno.

  • Corso di vela al Lago d’Iseo

    Esistono luoghi che sembrano essere nati apposta per alcuni sport in particolare. E’ questo il caso del Lago d’Iseo, un angolo di paradiso per gli amanti della vela. Il vento costante, soprattutto nella parte nord permette di cimentarsi con molti sport che richiedono il supporto di una vela.

    Divertirsi navigando trasportati dal vento sopra un tappeto ondoso che ha l’effetto di cullare. Il sole scalda il viso e le narici respirano ciò che in realtà entra nel cuore. E’ questa l’esperienza emotiva di chi apprezza gli sport con la vela, e sul Lago d’Iseo la si vive quando si vuole, meglio se da marzo ad ottobre.

    Un corso di vela al Lago d’Iseo insegna a portare la barca sfruttando i venti che in queste zone specie dal primo pomeriggio, non mancano mai. Uno sport all’aria aperta che ha in se il fascino dell’avventura, ci si misura con se stessi ed è per questo che si dice che facendo la vela, impara soprattutto a conoscere te stesso.

    L’arte della vela è antichissima, risale ai Fenici e da allora la tecnica si è affinata molto, ma di fondo rimane comunque confinata in un rapporto infinito fatto di sensibilità che ciascuno di noi ha nei confronti della natura. Andare a vela non è facile ma nemmeno si può dire che presenti difficoltà insuperabili. Il corso serve proprio a conoscere le principali tecniche e soprattutto ad interpretare ciò che il vento e l’acqua suggeriscono.

    La passione viene dalla prima lezione e prosegue per tutta la vita poiché è una competizione perenne che si svolge tra l’uomo e i principali elementi della natura. I confini spariscono e si trova il piacere di navigare con tutti i sensi attivati.

    I campioni velici si allenano su questo lago per la disponibilità del vento ma anche per la cultura che qui, più di ogni altro posto, sembra aver preso la residenza.

    Lo dimostra il fatto che si sa perfettamente il tipo di vento e l’orario in cui soffierà a seconda della stagione. Ad esempio da marzo ad ottobre il vento da nord soffia corposo fino alle dieci del mattino. Le zone migliori dove praticare la vela sono tra Monteisola e la costa che prosegue fino al Corno di Predore sul versante bergamasco. Nel primo pomeriggio, già a partire dalle 12.00, si gode della brezza prealpina che suggerisce di veleggiare sempre da Monteisola verso Lovere a nord.

    Da novembre a febbraio il vento non è così costane e segue le varie perturbazioni. Bisogna fare attenzione ai piccoli temporali molto intensi quanto brevi, per questo motivo si deve prestare attenzione e ci deve essere il professionista locale che sa riconosce perfettamente le situazioni e le località migliori dove praticare gli sport velici.

    Non solo barca a vela sul Lago d’Iseo

    Il ritrovo degli amanti della vela, e non solo, per svagarsi con il lago. Che ci sia o no il vento si possono fare una varietà di attività veramente straordinaria che spaziano dal windsurf, alla moda del momento che ha milioni di appassionati in tutti il mondo il kitesurf, e se il vento proprio non ne vuole sapere di soffiare si tira fuori la canoa, oppure si fa un po’ di stand up paddle, in cui si ha la sensazione di camminare sul lago.

    Tutte queste attività avvengono all’interno di una cornice sensazionale, quella che spazia dall’Adamello, al Corno del Trentapassi fino a Monte Isola.

    E’ uno spettacolo è suggestivo anche per chi da riva si perde a guardare le vele colorate che sembrano volteggiare nelle acque. Molte persone da riva seguono le evoluzioni di barche e surf e sembrano parte di un quadro di passione, quella per la vela.

  • Agenzia di eventi e comunicazione a Roma: ecco la svolta

    L’organizzazione di eventi pubblici e privati richiede un team di professionisti che garantisca il successo della manifestazione, prestando la massima attenzione ad ogni singolo dettaglio. Sempre più aziende promuovono eventi per sponsorizzare il loro brand, un servizio o un prodotto specifico e conoscere allo stesso tempo partner e potenziali clienti. Un appuntamento simile rappresenta quindi uno step fondamentale per le aziende, che hanno bisogno di agenzie professionali di eventi e di comunicazione a Roma capaci di studiare una strategia mirata in base ad ogni necessità. La manifestazione deve essere in grado di rispecchiare la filosofia e la mission dell’azienda, evidenziando i punti di forza per farla emergere rispetto agli altri competitor. Risulta quindi fondamentale affidarsi ad un’agenzia esperta nel campo della comunicazione e dell’organizzazione di eventi a Roma.

    Gli organizzatori di eventi pubblici e privati sanno individuare le migliori soluzioni comunicative da scegliere di volta in volta in base agli obiettivi che si intende raggiungere. I clienti possono ovviamente personalizzare il loro evento partecipando attivamente con gli organizzatori nella scelta della location, del format, dell’allestimento, del trasferimento degli ospiti ecc. Rivolgersi ad un’agenzia di eventi e comunicazione Roma è la strada giusta per perseguire una strategia vincente ed organizzare una manifestazione dal successo assicurato. Convegni, meeting, seminari e workshop rappresentano la nuova frontiera della comunicazione per le aziende che devono restare al passo coi tempi per non essere tagliate fuori dal mercato.

    Diverse aziende fanno affidamento agli esperti del settore anche per organizzare eventi aziendali di “team building” finalizzati alla motivazione del personale. Questa tecnica, nata negli Stati Uniti ed utilizzata con successo sui bambini, viene applicata sempre con maggior frequenza in ambito aziendale per garantire una migliore coesione ed una maggiore collaborazione fra tutti i dipendenti. Tutti gli eventi di team building vengono organizzati in base alle esigenze dei clienti con una scelta oculata e mirata della location, della tipologia e della durata dell’esperienza formativa. Molte aziende seguono questa strategia quando un gruppo è costituito da poco, è in crisi, è sotto stress o non riesce a conseguire i risultati desiderati.

    Avere un’agenzia che si occupi dell’allestimento e dell’organizzazione di un evento può tornare molto utile anche a livello personale. Molte di queste aziende infatti sono specializzate anche nell’organizzazione di eventi privati come matrimoni, cerimonie, lauree, battesimi e tante altre tipologie di feste. I diretti interessati non hanno il tempo di curare ogni singolo particolare e per questo motivo si affidano ad esperti del settore che si occupano dell’ideazione, dell’allestimento della location e della personalizzazione della cerimonia in base al tema prescelto.

    team aziendale eventi e comunicazione roma
  • 3 posti fantastici del Friùli-Venezia Giulia

    Il Friùli-Venezia Giulia non è una delle mete più affollate del nostro Paese, ma chi prova a visitarlo torna sempre. Attrae infatti un turismo slow, di qualità, perfetto per chi ama il cibo, l’ottimo vino, le colline, i castelli e le ville antiche. È anche una regione che ha fatto la storia recente dell’Italia – leggi alla voce “Grande Guerra” – e un posto dove, durante la stagione invernale, si scia e pure alla grande. Okay, ma i 3 posti fantastici di cui parli nel titolo quali sono?

    Avete ragione, andiamo al sodo. Il primo è San Daniele – sì, quello del prosciutto DOP, famoso in tutto il mondo, prodotto da 31 aziende locali e protetto da un Consorzio. San Daniele però non è solo questo: ospita infatti la Biblioteca Guarneriana, la più antica della regione e tra le più “anziane” d’Italia. Fu fondata nel 1466 dall’umanista Guarnerio d’Artegna e comprende una collezione di opere miniate straordinarie, oltre che una rarissima edizione dell’Inferno di Dante risalente al XIV secolo. Il Duomo cittadino è più recente (1707) ma altrettanto bello, anche se molti preferiscono la visita alla Chiesa di Sant’Antonio Abate, che è definita “la Sistina del Friuli” per via degli affreschi a opera di Pellegrino da San Daniele.

    Il comune di Ragogna, secondo nella nostra lista, deve molte delle sue fortune al fiume Tagliamento, che da queste parti regala paesaggi davvero magnifici. Tanti turisti vengono qui per ammirare il castello di S. Pietro (XI secolo), recentemente restaurato, ma Ragogna è famosa soprattutto per gli itinerari escursionistici dell’omonimo Monte, che permettono di scoprire la storia della Prima Guerra Mondiale attraverso le originali vie militari e i resti delle fortificazioni. A Ragogna e dintorni si può dunque imparare qualcosa del nostro passato e contemporaneamente ammirare i boschi, i pascoli, i prati e i frutteti: tutto il pacchetto, insomma.

    Se vi piace sciare, invece, vi consigliamo di andare a Sella Nevea. Questa nota località turistica invernale saprà accogliervi con oltre 35 chilometri di piste per lo sci alpino, tra cui la celebre Bila Pec, utilizzata da team internazionali come pista di allenamento per discesa libera e Super-G. A Sella Nevea potrete praticare anche trekking, pattinaggio, snowboard, fondo e sci alpinismo: il necessario per una settimana bianca coi fiocchi (di neve). Come vedete, il Friùli-Venezia Giulia è anche questo. Volete scoprire altre perle nascoste tra le strade del nostro Paese? Expedia ha scritto un articolo con 18 straordinari itinerari italiani, perfetti per il viaggio in Italia di chiunque!