займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Che cosa sono e perché hanno successo i magazzini automatici

magazzini automatici

Il ricorso ai magazzini automatici sta diventando una realtà sempre più diffusa in molteplici settori commerciali e produttivi, specialmente negli ambiti che sono caratterizzati da un incremento consistente e veloce del numero di referenze in assortimento. Tale circostanza, unitamente a una evidente intensificazione delle consegne (tanto in uscita quanto in entrata) e al costante rinnovo dei prodotti, impone esigenze a cui fino a qualche anno fa si riservava meno attenzione. Così, attualmente una dotazione basata su un magazzino automatico, sia esso parziale o intero, non è certo un evento raro, e si presenta – anzi – come una soluzione più che vantaggiosa per un elevato numero di aziende.

In un sistema di scaffalature industriali, d’altro canto, i fattori più importanti sono il flusso integrato e lo stoccaggio: tali elementi permettono di garantire standard decisamente elevati non solo dal punto di vista della produttività ma anche in termini di sicurezza. Ecco, quindi, che si dimostra importante, se non addirittura inevitabile, l’integrazione di strutture robotizzate, che risponde alla complessità del mercato odierno. Mentre i processi logistici accolgono queste strutture, i sistemi di magazzinaggio si automatizzano sempre di più.

Dalla movimentazione alla fase di carico e scarico della merce, passando per il picking, non sono poche le fasi che diventano più efficienti in presenza di un’automazione: i magazzini automatici ne sono la palese dimostrazione, a prescindere dal fatto che la merce sia sfusa, in cassette o pallettizzata. Le scaffalature devono essere progettate e messe a punto per esaltare le caratteristiche dei sistemi di automazione e le loro potenzialità, ma anche le molteplici funzionalità delle macchine operatrici.

Le operazioni, grazie ai magazzini automatici, non solo diventano più rapide, ma risultano anche molto più accurate: non è superfluo sottolineare che automatizzare vuol dire prima di tutto ridurre il numero di errori, il che significa – a sua volta – limitare i danneggiamenti della merce. Non passa inosservato, poi, il risparmio di tempo che si può ottenere, tanto per le tempistiche di traslazione, quanto per quelle di sollevamento e di stivaggio. La logistica esterna e quella interna diventano molto più affidabili in tutte le loro fasi, in virtù di un flusso fisico e informatizzato che interessa l’allestimento degli ordini e il controllo del volume delle unità di carico, oltre ai prelievi e alla messa a dimora. Per di più, il magazzinaggio può essere integrato con la tracciabilità delle merci e altre funzioni aziendali significative.

Appassionato di Imprese & Lavoro?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it