займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Nel 2019 ha ancora senso aprire un blog?

BLOG

blog nel 2019 hanno ancora un senso? Per trovare una risposta a questa domanda ci siamo rivolti agli esperti di mipresento.net: con il loro aiuto abbiamo cercato di indagare le origini della blogosfera e l’utilità della sua esistenza ancora oggi.

Ecco, allora, la domanda delle cento pistole: per quale motivo si dovrebbe aprire un blog nel 2019?

Molto semplicemente, tutto dipende da ciò che si vuole dire e, di conseguenza, dall’esigenza comunicativa che si intende soddisfare. Il blog è prima di tutto uno strumento personale, ma è anche vero che la maggior parte delle persone al giorno d’oggi per esprimere le proprie opinioni e far sapere come la pensa si affida direttamente ai social network. Non è detto, però, che questa sia sempre la soluzione più appropriata, e anzi c’è anche chi si è pentito di aver compiuto tale scelta. In primo luogo, se si apre un blog su un dominio che si è acquistato, si è a tutti gli effetti i proprietari di quello spazio; in un profilo social, invece, no, dal momento che si è ospiti di una piattaforma che in teoria da un giorno all’altro potrebbe chiudere o cambiare le regole del gioco

Quindi i blog sono meglio dei profili social?

Diciamo che sui social network i cambiamenti relativi agli algoritmi possono andare a discapito dei contenuti organici, il che vuol dire che è molto complicato acquistare visibilità, a meno che non si voglia pagare per farlo. Certo, anche con un blog è necessario impegnarsi per rendersi visibili e per farsi conoscere, dato che si ha sempre a che fare con le regole della Seo di Google, ma di sicuro ci sono meno limitazioni dal punto di vista comunicativo e si può beneficiare di una maggiore libertà di espressione. Insomma, si può sperimentare come si vuole, ricercando soluzioni alternativa per conquistare nuovi contatti.

Che pregi possono essere attribuiti ai blog?

Al giorno d’oggi, soprattutto la flessibilità, ma anche la trasversalità: siti web di questo tipo, infatti, sono in grado di adattarsi alle esigenze più diverse e di andare incontro a ogni genere di necessità. Come abbiamo detto, si può usare un blog per raccontare la propria vita e le proprie emozioni, ma ovviamente vi si può fare riferimento anche per fare business, con la speranza di ricavare un ritorno economico. Ecco, quindi, che il blog si rivela uno strumento prezioso per la crescita e il miglioramento del personal branding, fermo restando che risulta indispensabile anche per promuovere un e-commerce o un sito corporate. Nulla vieta, per altro, di diffondere i contenuti tramite Facebook e gli altri social network o comunque di farli rimbalzare con l’aiuto di altre piattaforme, secondo un approccio multicanale che dovrebbe essere foriero di una maggiore visibilità.

Come si fa a trasformare un blog in un business vincente?

Quelli relativi alla visibilità e al traffico sono fattori che meritano di essere indagati con attenzione: di certo non è facile riuscire a posizionarsi ai primi posti delle ricerche di Google. Quello di cui si ha bisogno è rappresentato da una buona base di contenuti, ma va ricordato che per aumentare i touchpoint potenziali per i lettori non si può fare a meno di un approccio omnichannel. Se si è bravi nel lavorare con la Seo, non c’è bisogno degli Ads per alimentare il traffico; ad ogni modo ci vuole pazienza, e non ci si può aspettare di ottenere risultati da un giorno all’altro.

Quali sono le difficoltà di gestione di un blog?

Uno dei primi obiettivi per chi gestisce un blog deve essere quello di conquistare la fiducia degli utenti, ma arrivati a quel punto non si può pensare che il lavoro sia concluso, anzi: quella fiducia deve essere sempre mantenuta. Un blog di successo è in grado di generare una comunità di lettori fedeli, che possono intervenire anche con commenti e reazioni, e di semplici lurker, che tornano periodicamente senza esporsi in prima persona. Riuscire a stabilire delle interazioni con i lettori attraverso contenuti di qualità migliora la reputazione del blog, ed eventualmente quella del brand correlato che si intende promuovere. A quel punto arriva il momento di monetizzare.

Come si può guadagnare?

Ovviamente una ricetta magica non esiste, altrimenti tutti la metterebbero in pratica. Di sicuro è molto importante riuscire a differenziarsi, farsi notare rispetto alla concorrenza e distinguersi dai competitor. Come detto, sul proprio blog si è liberi di scrivere quello che si vuole e come si vuole: ecco perché è opportuno concentrarsi sulla user experience che si mette a disposizione dei lettori.

Appassionato di Internet?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Internet:

    Ancora nessun commento