Casse audio: cosa c’è da sapere

Sonus Faber

La scelta delle casse audio è alla base del suono che si vuole ottenere da un qualsiasi impianto. Timbro, caratteristiche tecniche e dimensioni sono le principali specifiche che le casse racchiudono. Partendo da queste considerazioni si può cominciare a strutturare l’idea sul prodotto finale. Se cercate diffusori e speaker con un’altissima qualità del suono, le casse Sonus Faber sono la risposta adatta a voi. Si tratta di un prodotto di sicuro affidamento, che offre la possibilità di scelta su un’ampia gamma di proposte.

Per chi è poco esperto in materia questo può risultare un consiglio senz’altro utile ma anche poco esasutivo.  Proviamo allora a descrivere quali sono le principali caratteristiche da prendere in considerazione nella scelta delle casse audio.

Le tipologie di casse audio e il loro funzionamento

La scelta della casse audio dipende da molti fattori ed è legata principalmente al tipo di suono che volete ottenere. Impianti audio grandi condizioneranno la scelta per un verso, ma ci sono anche situazioni che prevedono necessità più alla portata di tutti. Come nel caso delle casse da pavimento, che sono consigliate maggiormente per chi ascolta musica sterofonica oppure deve preparare un impianto multicanale. Gli svantaggi in questo caso possono essere provocati dalla mancanza di spazio adeguato, ma occhio anche alla riproduzione del suono che in certi casi può essere “sporcata” da alcuni fattori.

Un’altra opzione, forse la più utilizzata per usi domestici, è quella rappresentata dalle casse da scaffale. Ne esistono di moltissimi tipi, e anche qui c’è da fare i conti con le dimensioni e in generale con le caratteristiche tecniche desiderate (bassi, volumi ecc.).

Infine c’è da considerare il subwoofer, un tipo di cassa audio adatto a riprodurre le frequenze più basse. Nell’immaginario collettivo queste casse vengono associate ad un suono più “corposo” dei bassi, ma in realtà la loro funzione è anche quella di esaltare suoni che altre casse difficilemente riescono a mettere in risalto.

Ma qual è il normale funzionamento di una cassa audio? Può sembrare una domanda banale, ma in realtà è una curiosità che interessa molti. Comprendere il funzionamento delle casse aiuta anche a fare la propria scelta nella maniera più consapevole possibile. In maniera molto riassuntiva, le casse audio funzionano a dei componenti interconnessi tra loro: una cassa comprende woofer, midrange e tweeter, oltre ai condotti di bass reflex, i connettori e altre strutture. Inoltre ogni cassa ha due o tre vie, laddove per vie si intende la parte in cui la cassa suddivide il suono. Tale compito spetta a degli appositi filtri, denominati crossover.

Le caratteristiche tecniche principali di una cassa audio

Andando più nello specifico, le casse audio hanno delle caratteristiche tecniche da valutare quando si vuole fare un acquisto in tal senso. Quelle fondamentali da considerare sono la potenza, l’impedenza e la risposta in frequenza. Dette così possono sembrare di difficile comprensione, ma ora proveremo a fare chiarezza anche su questo punto.

La potenza è il concetto più intelliggibile ed è quello che sta alla base delle casse audio. Per svilupparla, le casse hanno bisogno di essere amplificate: di solito sulle casse è espresso un numero di watt (massimo e minimo) necessario per gli amplificatori, in modo da far rendere le casse al massimo.

L’impedenza invece è un parametro elettronico che indica le modalità con cui la corrente alternata passa all’interno di un circuito elettrico. Quando si acquistano delle casse è fondamentale verificare che tale parametro sia compatibile con quello dell’amplificatore.

La risposta in frequenza infine rappresenta il range di suono che la cassa può sprigionare. Anche questo parametro è presente sulle casse e di solito può essere superato un po’ per difetto.

Appassionato di Musica?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it