займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Arte & LibriRSS di categoria

  • Art Déco: il pochoir di Giovanni Meschini

    A molti, il nome di Giovanni Meschini risulterà probabilmente sconosciuto. Certo non è uno di quegli artisti che si studiano sui banchi di scuola. Eppure…

  • Milano nascosta: la fondazione Prada e la Chiesa Rossa

    Luci fluorescenti blu, rosse e gialle nella Chiesa di Santa Maria Annunciata a Milano, per ricordare che l’arte può ancora “avvicinare” a Dio.

  • Street art a Berlino: i luoghi cardine per una passeggiata nell’arte di strada tedesca

    Tra Kreuzberg e Friedrichshain, un piccolo viaggio alla scoperta dei quartieri più amati dagli artisti di tutto il mondo.

  • Volevo solo averti accanto: nuovo successo editoriale grazie al self publishing

    L’Olocausto e l’amore:  i grandi protagonisti di questo inaspettato romanzo, definito subito, più unico che raro.

  • Come ordinare la libreria per mostrarci colti ed intellettuali

    Abbiamo letto di tutto, dai successi di Fabio Volo ai classici del russo Dostoevskij, ma come devi ordinare la libreria per mostrarti colto ed intellettuale nei confronti dei tuoi ospiti?

  • GANG BANG – Chuck Palahniuk

    Gang Bang è lo specchio di una generazione superficiale e pacchiana ma che solo apparentemente è senza ideali!

  • Ti prego lasciati odiare di Anna Premoli – Questione di Pratica di Julie James. Troppe similitudini

    Il romanzo, vincitore del Premio Bancarella 2013,  Ti prego lasciati odiare di Anna Premoli, Newton Compton, svela un’amara sorpresa: trama identica a un famoso romanzo americano del 2009 Questione di Pratica di Julie James

  • Sarà presto in libreria “Il richiamo del cuculo” scritto dalla Rowling, l’ideatrice di Harry Potter

    Il romanzo, pubblicato sotto pseudonimo, inizialmente non ha ottenuto successo, ma non appena  è stato rivelato il vero nome dell’autrice è balzato in testa alle classifiche di vendita.

  • Letteratura erotica: boom di acquisti al femminile in libreria e non solo

    “…Gli stacco la mano destra dal muro, me la porto alle labbra, gli bacio il dito medio e poi me la  porto lentamente verso il seno…”. da “Incontri Proibiti” di Indigo Bloome (New Compton).

  • Tesori nascosti: luoghi d’arte dimenticati nella provincia italiana

    I percorsi dell’arte in Italia sono infiniti. Il grande pubblico però è spesso indirizzato sui soliti sentieri delle città d’arte. Per vedere perle rare e tesori nascosti bisogna inoltrarsi in provincia.

  • A Barcellona con Zafón

    Quando il padre di Daniel lo accompagna all’Arc de Teatre per il suo undicesimo compleanno, il ragazzo non può sapere cosa gli aspetta.Per lui, non è che una semplice passeggiata per la città, in compagnia dell’unico genitore che gli rimane. In realtà, questo non è che l’inizio inaspettato di una strepitosa avventura sulle tracce di un misterioso scrittore lungo le vie e i luoghi di una Barcellona incantata.

  • “Mandami tanta vita” di Paolo di Paolo

    Paolo di Paolo conquista il terzo posto al Premio Strega, il concorso letterario più importante in Italia. Un libro pieno di storia, di ambizione e di malinconia. 

  • La Parigi dei poeti

    Capitale della poesia e della bohème, crocevia di scuole letterarie e pittoriche d’avanguardia: dove cercare le tracce di questa Parigi che oggi si disperde tra negozietti di souvenirs e riproduzioni del monumento di ferro, la Tour Eiffel?

  • Libri da leggere sotto l’ombrellone: tra fantasy, suspance e romanzi strappalacrime.

    Tra creme solari, occhiali da sole e autoabbronzanti, si è proprio sicuri di non aver dimenticato niente, nella borsa-mare? Di sicuro per potersi rilassare al sole, sulla spiaggia, non può mancare uno dei libri che vi saranno consigliati.

  • Cosmicomiche di Calvino, il teatro ispira i giovani marsicani

    Il teatro è il luogo in cui finzione e realtà si confondono,  linguaggio letterario capace di  trasformare le parole in immagini in movimento, ricreando sul palcoscenico situazioni e stati d’animo che oscillano fra il “possibile” e l’ “improbabile”.

    La voce e il corpo sono i canali espressivi attraverso cui gli attori di teatro si avvicinano agli spettatori,  facendo uso dello spazio come se la realtà fosse all’improvviso quella recitata e non più quella vissuta. La passione per l’arte scenica è il motivo per cui molti gruppi amatoriali si affiancano spesso a compagnie di attori professionisti, curiosando fra monologhi e dialoghi, sguardi e gestualità. Il teatro dilettantesco può riservare gustose sorprese, celare talenti nascosti e raggiungere non di rado vette espressive insospettabili.

    Quando poi il teatro incontra la scuola, può accadere qualcosa di insolito, quasi magico.

    Il liceo classico A. Torlonia  e l‘itituto d’arte V. Bellisario di Avezzano hanno partecipato ad un laboratorio teatrale coordinato dal teatro Lanciavicchio di Tonino Silvagni: un gruppo di studenti interessati all’esperimento drammaturgico-performativo si è cimentato in questa avventura, dimostrando un coinvolgimento e una disinvoltura all’altezza della sfida. Ed è così che le Cosmicomiche di Italo Calvino sono approdate nella Marsica.

    Come diceva Eduardo De Filippo” Con la tecnica non si fa il teatro. Si fa il teatro se si ha fantasia”.

    La messa in scena è stata particolarmente originale, considerando il fatto che gli unici oggetti utilizzati per la scenografia sono stati dei materassi da palestra e un  lungo telo bianco.I ragazzi hanno fatto un uso divertente dei due elementi, cambiandone la posizione, formando delle costruzioni geometriche per richiamare l’idea di una poltrona piuttosto che di un muro. Nessun costume, pochi oggetti a disposizione: un violino, un cappello, una scaletta di legno, una collana e pochi altri utensili trovati in casa e riutilizzati in modo ironico.

    Un canto iniziale intonato dai personaggi uniti in un abbraccio primordiale, ha portato subito il pubblico nel surreale e onirico mondo delle Cosmicomiche. Lo spazio e il tempo, l’universo e il Big Bang, la luna e i Dinosauri hanno caratterizzato il racconto, creando un’atmosfera sognante e misteriosa. I giovani attori si sono intrufolati fra le righe dei 12 racconti di Calvino, passandosi l’un l’altro il monologo portante. Esseri umani o atomi? La storia narrata nel sipario delle Cosmicomiche non è pura fantascienza, bensì una fusione brillante fra dati scientifici ed invenzione fantastica.

    Cosmico e comico sono gli aggettivi fondanti non solo dell ‘opera di Calvino, ma anche della simpatica interpretazione degli studenti marsicani.

  • Musica classica: brani terapeutici per stati d’ansia e depressivi

    Musica come terapia contro l’ansia e la depressione.