займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Come si sceglie un tv 28 pollici: risoluzione e altri parametri da valutare

Nella scelta dei migliori tv 28 pollici in offerta può essere difficile orientarsi con certezza se non si è esperti di tecnologia: per questo motivo abbiamo deciso di redigere una piccola guida che vi aiuterà a capire come e cosa comprare in base alle vostre esigenze. Uno dei parametri più importanti da prendere in considerazione in previsione di un acquisto è rappresentato dalla risoluzione dello schermo. Per i televisori HD è di 1280 x 720 pixel, mentre per i televisori Full HD si parla di 1920 x 1080 pixel. Nel caso in cui si sia in cerca di un tv Ultra HD, il 4K propone una risoluzione di 3840 x 2160 pixel, e con l’8K si arriva a 7620 x 4380 pixel. In pratica, la risoluzione corrisponde al livello di nitidezza delle immagini.

Quale pannello monta il televisore?

Anche i pannelli possono determinare la qualità di un tv 28 pollici. La soluzione standard, al giorno d’oggi, consiste in uno schermo LCD, vale a dire a cristalli liquidi: essi consentono o arrestano il passaggio della luce e, con la luce polarizzata, regolano i pixel a livello elettronico. In effetti, è l’intensità della luce stessa che consente ai vari pixel di visualizzare colori diversi. I cristalli liquidi possono essere illuminati di lato o retroilluminati, in quanto non hanno la capacità di produrre luce propria. Tuttavia il contrasto non è impeccabile, dal momento che la sorgente luminosa non può essere spenta del tutto.

I display LED

Una soluzione alternativa rispetto ai display LCD proviene dai pannelli LED, che in realtà si avvalgono della stessa tecnologia, con la differenza che i cristalli liquidi vengono illuminati in maniera diversa. Se nel caso degli LCD si ha a che fare con lampade Cold Cathode Fluorescent Lighting, nel caso dei LED ci sono diodi che producono luce tramite il movimento controllato degli elettroni. Senza addentrarsi in tecnicismi, il risultato è che con i LED l’illuminazione è più uniforme e distribuita in modo più efficace, con benefici notevoli dal punto di vista del range di colori e dell’angolo di visuale.

E gli schermi OLED

La più recente delle innovazioni nel settore dei display LCD deriva dagli schermi OLED, che sono in grado di generare luce mediante il ricorso a molecole organiche. Rispetto ai LED, gli OLED vantano una maggiore flessibilità e hanno dimensioni inferiori; inoltre hanno il vantaggio di consumare meno energia, e garantiscono un angolo di visualizzazione particolarmente ampio.

Le smart tv

Non è da escludere l’eventualità di comprare una smart tv 28 pollici, vale a dire un televisore dotato di un autentico sistema operativo in grado di connettersi a Internet. Con una smart tv si ha la possibilità di installare e usare applicazioni, ma anche di usufruire di servizi di streaming e di condividere file e contenuti con hard disk o computer. Nella scelta tra i vari modelli è necessario prendere in considerazione la capacità di elaborazione della CPU, che può essere dual core o quad core.

La frequenza di aggiornamento

Infine, un ultimo elemento di cui non ci si deve dimenticare è il cosiddetto refresh rate, che consiste nella frequenza di aggiornamento: corrisponde, in sostanza, al numero di immagini che possono essere mostrate in un secondo ddal televisore. I valori più comuni sono 60 Hz, 120 Hz, 240 Hz e più in generale tutti i multipli di 60. La sorgente video e i contenuti sono le variabili che influenzano la resa di tale caratteristica. Quando la frequenza di aggiornamento è troppo bassa, si concretizza il cosiddetto screen tearing, un effetto fastidioso che è causato dal fatto che il contenuto sorgente non è sincronizzato con il televisore.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento