займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Cosa cambia tra un robot mobile e un AGV

I robot mobili sono differenti rispetto agli AGV, cioè i veicoli autonomi guidati, anche se a ben vedere essi vengono utilizzati sempre per lo stesso scopo: vi si ricorre, infatti, per riuscire a trasportare i carichi su distanze lunghe. Sono numerosi i tipi di carico che si possono trasportare, dalla posta alle telecamere, passando per i componenti industriali, e così via. Un robot mobile, in particolare, può essere considerato come un dispositivo che ha la capacità di spostarsi da solo, di riprogrammare i propri percorsi e di evitare gli ostacoli in modo da riuscire a raggiungere la destinazione impostata.

Perché oggi AGV e robot mobili sono così importanti

Al giorno d’oggi gli ambienti di lavoro sono caratterizzati da una continua evoluzione e da un cambiamento costante; lo stesso si può dire, per altro, per le produzioni. Gli AGV hanno rappresentato, fino a poco tempo fa, il metodo classico per usufruire del trasporto autonomo dei materiali, ma sotto alcuni punti di vista sono stati sorpassati dai robot mobili. Questi ultimi, infatti, sono in grado di adattarsi con molta più facilità alle esigenze di chi li utilizza: ciò è vero non solo per la disposizione delle macchine di produzione, ma anche – per esempio – per le modifiche del layout aziendale. Ecco, quindi, che non sono i veicoli in sé a definire la rivoluzione nei veicoli autonomi, ma piuttosto le modalità con le quali tali veicoli raggiungono i propri obiettivi in totale autonomia.

Axor Industries e gli AGV robot

Tra le realtà specializzate nella progettazione, nella produzione e nella fornitura di agv robot c’è Axor Industries, azienda che è attiva nel settore dell’automazione sin dagli anni ’80 del secolo scorso. I prodotti proposti dal marchio sono indispensabili per il trasferimento di materiale da un punto a un altro. Mentre gli AGV hanno bisogno di infrastrutture come riflettori e cavi, i robot mobili non necessitano di altri elementi, in quanto i sensori che governano i loro spostamenti sono presenti al loro interno, essendo già montati a bordo. Di solito si tratta di laser scanners, ma non sono rari i casi in cui i sensori sono rappresentati da telecamere.

I pregi e le caratteristiche dei robot mobili

I robot mobili, comunque, non sono una novità degli ultimi tempi: in questa categoria possono essere inseriti, per esempio, i piccoli aspirapolveri che si spostano e puliscono da soli. Con il tempo, ovviamente, la tecnologia compie in continuazione dei passi in avanti: oggi i robot mobili, lungi dal venire impiegati unicamente per le faccende di casa, trovano posto anche in ambito sanitario per l’esecuzione di operazioni militari, nel settore industriale e nella ricerca.

Come si muovono gli AGV

La guida automatica degli AGV è resa possibile da varie tecnologia: si parla, infatti, di guida laser, di guida inerziale e di guida su cavo. Nel caso della guida laser ci si serve di una sorgente laser che agisce in combinazione con alcuni riflettori che sono collocati all’interno dell’ambiente: in questo modo il sistema è in grado di seguire un percorso predefinito e di triangolare la propria posizione. Più tradizionale è la guida su cavo: in questo caso tutto dipende da un cavo che è annegato all’interno del pavimento, dove passa la corrente. I sensori sul veicolo rilevano il cavo, in modo che l’AGV possa arrivare a destinazione sterzando ogni volta che è necessario farlo.

Le modalità di funzionamento della guida inerziale

Nel caso della guida inerziale sono impiegati dei giroscopi, con il calcolo dello spostamento del veicolo che si basa sulla rilevazione della progressione delle sue ruote. In vari punti strategici del percorso, inoltre, sono collocati dei magneti che permettono di rilocalizzare il veicolo con una precisione maggiore.

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it