займ на карту онлайнкредит онлайн рко
Существует масса вариантов получить деньги от мфо, разумеется, только в том случае, когда вам одобрили займ. Естественно, что самым популярным является займ на карту. Но часто можно увидеть, как клиенты выбирают займы на киви, так как у такого рода электронных кошельков есть ряд преимуществ перед классическими вариантами получения суммы микрозайма.

Pagamenti online: in Italia sempre più utilizzati

Se siete fra quelli che vorrebbero chiudere internet per salvare le librerie, questo articolo potrebbe non darvi buone notizie. Si, perché il mondo dei pagamenti da qualche anno è stato rivoluzionato ed i big player non fanno altro che aumentare in numero e per diffusione. In Italia sempre più persone usano strumenti di pagamento online: la fiducia dei consumatori è stata conquistata ed il processo è da ritenersi decisamente irreversibile.

I pagamenti digitali da smartphone e su e-commerce in Italia valgono complessivamente 80 miliardi di euro, in particolare crescono i pagamenti da mobile del 40% nel 2018 che complessivamente valgono 8,4 miliardi di euro: il 31% degli acquisti online totali. Invece i pagamenti digitali su e-commerce da pc crescono del 7% e valgono complessivamente 17,5 miliardi di euro.

Sono davvero tanti gli strumenti di pagamento che spesso si concretizzano nelle nuove carte virtuali che sempre più italiani portano nel portafoglio. Passiamo in rassegna gli strumenti più popolari e rilevanti.

1.  Carta di credito

La più usata ed il più precoce di questi strumenti. La carta di credito è collegata a un conto corrente bancario ed ha un plafond solitamente elevato – in base al cliente ed alla sua reputazione bancaria – le spese sono solitamente scaricate sul conto corrente bancario il mese successivo al mese in cui è stata effettuata la spesa.

Solitamente le informazioni richieste sono il numero di carta, il CVC/CVV di tre cifre scritto sul retro della carta ed il nome del titolare della carta e la scadenza della carta stessa.

Pro: semplicità di uso e Plafond

Contro: collegamento diretto con conto bancario e trasmissione della informazioni del compratore all’esercente.

2.  Carta prepagata

Il funzionamento della carta prepagata è molto simile a quello della carta di credito con una differenza fondamentale: la carta prepagata non è collegata ad un conto bancario per cui è meno rischioso usarla per gli acquisti online perché il compratore di fatto “rischia” solo il capitale caricato sulla carta e nient’altro. Una delle più diffuse è sicuramente la postepay che non ha costi di ricarica o costi fissi eccezion fatta per i 10 euro iniziali di avvio pratica.

Pro: più sicurezza

Contro: costi di ricarica – nella maggior parte dei casi presenti –

3.  Paypal

Il primo vero rivoluzionario sistema di pagamento che ha sovvertito le regole del mondo bancario offline e online è stato sicuramente Paypal. Con una semplice mail si può inviare e ricevere denaro. Tutte le informazioni del compratore sono al sicuro. Un vero e proprio conto virtuale, la cui apertura è gratuita ed immediata.

4.  Masterpass

Un portafoglio digitale inizialmente dedicato solo ai possessori di Mastercard adesso disponibile anche a chi possiede una carta di credito Visa, American express o Diners club.

Masterpass era inizialmente l’alternativa a PayPal disponibile solo per i clienti MasterCard (servizio offerto da MasterCard stessa). Nel frattempo però è stato reso accessibile anche a tutti i possessori di una carta di credito Visa, American Express, o Diners Club.

Pro:

Gratuita

Alto livello di sicurezza

Programma loyalty

Contro:

è necessario avere una carta di di credito dei circuiti sopracitati

5.  Apple Pay

Una sorta di paypla ma concepito ed ideato solo per i dispositivi mobili Ios. In questo caso, solo chi possiede i più recenti prodotti Apple. Questo servizio utilizza il protocollo NFC (Near Field Communication) per fare pagamenti contactless e effettuare acquisti in-app.

Pro:

Elevanti standard di sicurezza

Contactless

Contro: solo per utenti Apple

6.  Google Pay

Non poteva ovviamente mancare un sistema di pagamento creato dalla grande G. Di fatto il secondo tentativo da parte di Google di entrare in questo mercato (il primo fu Google Wallet). In tutto e per tutto simile ad Apple Pay, il servizio gode di una maggiore diffusione di Apple pay a causa della diffusione del sistema mobile Android, più accessibile e “democratico” della controparte ioS.

Pro:

Elevati standard di sicurezza

Utilizzabile separatamente da Google

Contro: solo la 21esima nazione a poter utilizzare il sistema in ordine cronologico

Appassionato di Tecnologia?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it

    E se vuoi scopri e condividi anche tu le ultime notizie di Tecnologia:

    Ancora nessun commento