займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Hai solo poche ore a disposizione per visitare Roma? Ecco un buon itinerario

Ti trovi a Roma e hai solo un giorno di tempo per visitarla? Di certo non riuscirai a scoprirla tutto, ma almeno alcune delle location più importanti dovrebbero fare parte del tuo tour. Potresti cominciare, per esempio, da piazza Venezia, nota anche dal punto di vista storico perché è qui che Benito Mussolini ai tempi del fascismo teneva i propri discorsi radunando folle immense. Qui sono presenti, tra l’altro, la tomba del Milite Ignoto e l’Altare della Patria.

Il Colosseo

Ovviamente non ci può essere un viaggio a Roma che non contempli una tappa al Colosseo e ai Fori Imperiali, situati a poca distanza dal Vittoriano. I Fori Imperiali rappresentano le vestigia dell’antica Roma, e sono datati tra il 46 avanti Cristo e il 113 dopo Cristo. Si tratta di uno dei complessi archeologici più conosciuti e rilevanti di tutto il pianeta, caratterizzati da una serie di piazze monumentali che erano nate con l’obiettivo di promuovere la maestosità degli imperatori romani. L’ingresso principale al Forum Magnum – o Foro Romano – è collocato su via dei Fori Imperiali, tra il Campidoglio e il Palatino: per diversi secoli questo è stato il nucleo della vita di Roma dal punto di vista religioso, politico e sociale. Nei pressi del Foro Romano trovi l’Arco di Costantino e il Colosseo, cioè l’Anfiteatro Flavio, uno dei patrimoni mondiali dell’umanità protetti dall’Unesco.

Il Pantheon

Un altro sito che puoi osservare nel corso della tua gita di un giorno a Roma è il Pantheon, cioè il tempio di tutti gli dei. Costruito in epoca augustea, subì danni ingenti a causa di due grandi incendi ma poi fu ricostruito tra il 118 e il 128 dopo Cristo a opera di Adriano. Nel VII secolo, invece, fu convertito in basilica cristiana e rinominato Santa Maria ad Martyres. Tra i particolari distintivi del Pantheon c’è il buco nel centro della cupola; essa, per altro, in passato era ricoperta sulla superficie esterna di tegole d’oro, per renderla lucente e visibile da lontano.

Verso Piazza Navona

In pochi minuti dal Pantheon ci si può spostare a piedi in direzione di piazza Navona, dove sorgono la chiesa di Sant’Agnese in Agone, progettata da Francesco Borromini, e la Fontana dei Quattro Fiumi, che invece porta la firma di Gian Lorenzo Bernini. Da non perdere anche il Palazzo Pamphilj, dove sono ospitati affreschi di Pietro da Cortona di grande valore. Si racconta che tra il Borromini e il Bernini non corresse buon sangue e – anzi – ci fosse una rivalità piuttosto accesa: proprio per questo motivo il Bernini avrebbe scolpito il Nilo della fontana con una benda sugli occhi, così da impedirgli di vedere la chiesa di Sant’Agnese in Agone realizzata dal suo acerrimo nemico. Non solo: il Rio della Plata avrebbe una mano protesa in avanti per ripararsi dai calcinacci della chiesa nel caso di un suo probabile crollo.

I Musei Vaticani

Infine, se non si trova troppa coda – e non è detto che si sia così fortunati – non si può mancare una visita ai Musei Vaticani, che sono aperti dalle 9 alle 6 del pomeriggio (ma gli ultimi ingressi sono previsti alle 4). Volendo, è possibile visitarli di domenica, ma solo l’ultima del mese: in questo caso l’ingresso è gratuito ma la struttura è aperta unicamente fino alle 2 del pomeriggio. Insomma, non sempre Roma è in grado di valorizzare il proprio patrimonio.

Controlla le previsioni del tempo

Qualunque sia l’itinerario che decidi di seguire per visitare Roma  ti conviene consultare il sito Meteogiuliacci per conoscere in anticipo le previsioni del tempo ed essere certo di poter ammirare la Capitale sotto il sole.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it