займ на карту онлайнкредит онлайн рко

Viaggiare in Australia con mobilità ridotta o dispositivi medici

Per entrare in Australia, è necessario essere in possesso di un visto elettronico (ETA o eVisitor). Il secondo è dedicato ai cittadini dell’UE e del MEC; a tutti gli altri è riservato l’ETA. Scopri quale visto richiedere, come richiederlo, quali sono i requisiti per ottenerlo, a cosa serve e quando scade. Il visto per l’Australia viene rilasciato anche in caso di transito per un viaggio con altra destinazione.

Che cos’è l’ETA/eVisitor

L’ETA (Electronic Travel Authority) è l’autorizzazione necessaria per entrare in Territorio Australiano. Anche l’eVisitor lo è. La differenza nei nomi è data dal passaporto di cui si è in possesso.

Per richiederlo online, è necessario NON AVERE:

  • Residenza in Australia
  • La tubercolosi
  • Sentenze penali con condanne superiori o uguali ai 12 mesi

Ed essere in possesso di:

  • Passaporto (con validità residua di almeno 6 mesi)
  • Casella di posta elettronica
  • Carta di credito

Entrambi i visti vengono rilasciati online solo se si ha in programma di visitare l’Australia per brevi periodi (di vacanza, di studio e di business). In caso invece si voglia lavorare nel Paese e/o aprire un’attività commerciale, sarà necessario richiedere il Temporary Work-Short Stay Activity-Subclass 400, dal sito del governo australiano.

Come richiederlo

Possono richiedere l’ETA solo i cittadini provenienti dai seguenti Paesi:

  • Brunei
  • Canada
  • Hong Kong
  • Giappone
  • Malesia
  • Singapore
  • Corea del Sud
  • Stati Uniti

Mentre l’eVisitor è dedicato ai cittadini dell’Unione Europea, ma anche a quelli di:

  • Islanda
  • Principato di Monaco
  • Liechtenstein
  • Andorra
  • San Marino
  • Norvegia
  • Svizzera
  • Città del Vaticano

Sono inclusi anche i cittadini del Regno Unito e coloro che abbiano ricevuto il proprio passaporto da un’autorità britannica. Per richiedere l’ETA o l’eVisitor, basta andare sul sito www.visum-australien.ch e compilare il modulo.

Validità

L’ETA e l’eVisitor sono validi per 12 mesi, il che consente più viaggi da e per il Paese. Ma è possibile rimanere in Australia solo per un massimo di 3 mesi. La richiesta andrà inoltrata almeno 2 settimane prima della partenza. Una volta ottenuto l’ETA/eVisitor, si potrà:

  • Visitare il Paese
  • Visitare amici e parenti
  • Studiare in Australia
  • Cercare un lavoro
  • Gestire accordi commerciali
  • Essere impegnati in altre attività di business che NON richiedano attività lavorative retribuite
  • Partecipare a convegni, fiere, eventi, seminari e altre attività (anche sportive e culturali)
  • Effettuare visite mediche

Viaggiare con ridotta mobilità o dispositivi medici

Tutti i cittadini diversamente abili, con ridotta mobilità o che viaggino con dispositivi medici hanno diritto all’assistenza prima, durante e dopo il volo, a patto che la richiedano tempestivamente, prima della partenza, alla compagnia aerea scelta.
Se si ha bisogno di assistenza durante i controlli di sicurezza, sarà necessario avvisare il personale relativo ed essere in possesso di:

  • Una documentazione che attesti il proprio stato di salute
  • Tessera sanitaria
  • Ricetta medica (nel caso si abbia bisogno di assumere farmaci durante il proprio soggiorno in Australia)

I dispositivi medici e gli ausili, che siano provvisti di regolare documentazione medica, sono esenti dalle restrizioni relative al trasporto.

Conclusioni

Solo i cittadini che rispettino i requisiti (o rientrino nelle casistiche particolari) precedentemente elencati possono richiedere il visto ETA/eVisitor per entrare in Australia. Il visto è legato elettronicamente al proprio numero di passaporto, è valido per 12 mesi e consente una permanenza di non più di 90 giorni. Inoltre, con un visto ETA/eVisitor non è concesso lavorare.

Prenota Voli ed hotel con Expedia.it

Appassionato di Viaggi & Eventi?

Leggi JUGO.it anche su Facebook

Vai alla Pagina Facebook di Jugo.it